Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Vicentina arrestata e rimessa in libertà: «Truffa in Vietnam inesistente»

Dopo il caso della 42enne imprenditrice residente in provincia di Vicenza accusata di procedure illegale dalle autorità vietnamite, arrivano le dichiarazioni dell'avvocato della donna Augusto Cangiano: «Accuse non reali»

Skyline di Hanoi (foto Facebook di Viet Nguyen)

Non ci sarebbe nessun illecito da parte dell'imprenditrice vicentina 42enne arrestata a Milano nei giorni scorsi dalla polizia e poi rimessa subito in libertà. Ad affermarlo Augusto Cangiano, avvocato della 42enne: «La mia cliente e? stata oggetto di fermo momentaneo da parte della questura di Milano cui e? seguito, pero?, l'ordine immediato di scarcerazione - spiega il legale - non corrisponde al vero che la mia assistita sia stata autrice di una truffa internazionale e non vi e? prova alcuna che le accuse provenienti da uno stato come il Vietnam siano reali».

La donna sarebbe stata fermata per delle procedure illegali con una banca di Hanoi e per questo ricercata dalle autorità vietnamite. «La mia cliente e? venuta a conoscenza dell'esistenza di un procedimento a proprio carico in Vietnam solo ieri - conclude Cangiano - quando la polizia ha operato l'arresto momentaneo nessuna notizia in merito le era mai stata data dalle autorita? Vietnamite e nemmeno da quelle italiane».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicentina arrestata e rimessa in libertà: «Truffa in Vietnam inesistente»

VicenzaToday è in caricamento