rotate-mobile
Cronaca

Cartelli stradali divelti e staccionata dell'asilo imbrattata, denunciati tre minorenni

I responsabili sono stati identificati grazie alle telecamere presenti in loco e al lavoro di indagine della polizia locale. I vandali, di età compresa fra i 15 e i 17 anni, sono stati tutti denunciati alla Procura dei Minori di Venezia per danneggiamento aggravato

Sono stati individuati i ragazzi responsabili degli atti di vandalismo in un’area centrale di Cornedo. Gli episodi sono accaduti a febbraio in piazzetta Brigata Cadore, un’area molto frequentata, conosciuta come l’area del beach volley, punto di ritrovo di associazioni, giovani, famiglia e dove vi è anche la sede degli Alpini.

“Erano stati divelti cartelli stradali ed erano stati fatti altri odiosi atti di vandalismo sul bene pubblico”, dichiara il sindaco Francesco Lanaro. “Grazie alle telecamere presenti in loco e grazie al prezioso lavoro di indagine della Polizia Locale siamo risaliti ai responsabili, 3 minorenni con età compresa fra i 15 e i 17 anni. Sono stati tutti denunciati alla Procura dei Minori di Venezia per danneggiamento aggravato, un reato grave, perseguito d’ufficio, che comporta non poche grane e conseguenze nel futuro di chi se ne rende responsabile. Confermo che questi atti non verranno più tollerati e saranno perseguiti puntualmente”.

Più recentemente, nei giorni scorsi, è stata lordata la nuova staccionata dell’asilo nido comunale, a poche decine di metri di distanza dalla piazzetta. La nuova recinzione è stata posata pochi mesi fa, con un importante impegno di spesa da parte dell’Amministrazione... e quindi dei cittadini (recinzione green in materiale WPC ricavato dal bambù con una spesa di decine di migliaia di euro).

"Fortunatamente dopo il mio appello su Facebook, rivolto ai responsabili, con grande senso di responsabilità alcuni genitori si sono presentati con i ragazzi e si sono impegnati a ripulire e pagare il danno effettuato. Ribadisco – conclude il sindaco Lanaro - che questi atti non saranno tollerati e che si arriverà alla querela. Posso comprendere come genitore uno sbaglio dei figli e quindi mi rendo disponibile e assecondare i ragazzi e le famiglie che in ottica di pentimento vogliono rimediare e ripagare lo sbaglio fatto”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartelli stradali divelti e staccionata dell'asilo imbrattata, denunciati tre minorenni

VicenzaToday è in caricamento