rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Piovene Rocchette

Valdastico Nord: serpentone di protesta lungo un km di macchine, moto e trattori

Un'ottantina gli automezzi, tappezzati di manifesti con slogan contro il progetto, che hanno percorso la statale e le vie interne dei paesi della vallata (Vicenza) ad una media di 40-50 km orari. Le immagini

A pochi giorni dall'approvazione del progetto preliminare del primo troncone della Valdastico Nord da parte del Cipe, si scatena la protesta nel vicentino.

Valdastico Nord: la protesta (foto di C. Sartori)



Un serpentone di auto, moto e trattori che si è snodato per circa un chilometro, a bassa velocità, ha caratterizzato oggi la protesta dei comitati della Valdastico che si oppongono al prolungamento dell'autostrada A31 verso Nord, in Trentino. Un progetto che piace al Veneto, ma non alla Provincia autonoma di Trento. Una partecipazione oltre le aspettative, secondo il comitato 'No Valdastico Nord' quella allo 'slow mob' che ha attraversato i paesi della valle. Un'ottantina gli automezzi, tappezzati di manifesti con slogan contro il progetto, che hanno percorso la statale e le vie interne dei paesi della vallata ad una media di 40-50 chilometri orari, senza compromettere la sicurezza della circolazione stradale.

Richiamate dai clacson dei mezzi dei manifestanti, numerose sono state le persone che sono accorse in strada a Cogollo, Seghe, Velo d'Astico, Arsiero, Barcarola, Pedescala, San Pietro, Ponte Maso, Casotto, Ponte Posta, Scalzeri, Carotte e Lastebasse, e si sono unite agli slogan dei dimostranti. "Sapevamo di poter contare su una quarantina di veicoli - hanno commentato dichiarano Renzo Priante, del comitato No Valdastico Nord e Giuliano Dall'Osto, del Gruppo Casale -, ma non avremmo mai scommesso su una tale partecipazione, anche perché abbiamo preso la decisione di organizzare lo slow mob giovedì mattina".

"Il risultato ci incoraggia quindi - hanno concluso - a continuare l'attività di sensibilizzazione dell'opinione pubblica in merito ad un'opera utile solo alla Società Autostrada Brescia-Padova, che altrimenti non si vedrebbe rinnovata la concessione. Per soddisfare gli interessi economici di pochi privati si dà il via ad uno scempio ambientale di una delle valli più belle della regione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdastico Nord: serpentone di protesta lungo un km di macchine, moto e trattori

VicenzaToday è in caricamento