Valanga sul Carega, nessun disperso: grave un vicentino

Fortunatamente un falso allarme: nessun mancato rientro è stato segnalato dopo la slavina che ha interessato una zona delle Piccole Dolomite. Unico infortunato, un valdagnese di 61 anni tratto in salvo dai soccorritori

Si può dire, fortunatamente, tanto rumore per nulla. Alla fine, dopo ore di ricerche che hanno visto impegnati circa 70 soccorritori sul Carega – con tanto di elicottero, cani da ricerca e operatori del Soccorso Alpino da Recoaro a Verona, il disperso non c’era. Un falso allarme, insomma, e meglio così. Le prime informazioni avevano segnalato la presenza di due persone travolte dalla valanga che si è staccata nella zona di Pra degli Angeli, Boale dei Fondi, nei pressi del rifugio Campogrosso, sul confine tra Trentino e Veneto.

Il distacco nevoso, con un fronte di circa 100 metri e una lunghezza di circa 400 metri, ha invece travolto parzialmente uno scialpinista, un sessantunenne di Valdagno  che stava salendo da solo, recuperato e trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Chiara di Trento dove si trova in gravi condizioni. Le operazioni di soccorso e di bonifica della valanga si sono concluse verso le 16.45. 

LA MACCHINA DEI SOCCORSI

L’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 è stato dato verso le 11.30 di questa mattina da una persona che ha assistito al distacco, senza venirne coinvolta. Fin da subito si è temuto che sotto la valanga potesse esserci qualcun altro, poiché sul posto sono stati trovati diversi oggetti prima di riuscire a fare chiarezza sul numero esatto degli scialpinisti presenti al momento del distacco, sette in tutto. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha chiesto l’immediato intervento dell’elicottero che ha fatto sbarcare sul posto il Tecnico di Elisoccorso, l’unità cinofila e l’equipe medica. Per prima cosa è stato prestato soccorso alla persona ferita, la quale è stata stabilizzata, imbarellata e trasportata all’ospedale di Trento. 

Vista la dimensione importante della valanga, 3 elicotteri hanno effettuato numerose rotazioni per portare in quota il personale del Soccorso Alpino proveniente da diverse Aree operative del Trentino e 5 Unità cinofile, per un totale di più di 70 operatori coinvolti. In supporto ai soccorritori trentini è intervenuto anche il Soccorso Alpino del Veneto, Stazioni di Recoaro - Valdagno, Arsiero, Schio, Asiago, Padova e Verona e i Vigili del Fuoco. Le operazioni di ricerca con i cani e le operazioni di sondaggio sono proseguite per diverse ore, fino alla completa bonifica della valanga che ha dato esito negativo. 

Nessun mancato rientro è stato segnalato, né sono presenti macchine nei punti di partenza dei sentieri, ma in via precauzionale tutte le segnalazioni delle aree di sondaggio sono state lasciate sul posto.

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • La sabbia è difficile da eliminare: ecco tutti i trucchi per liberarsene

  • Sembra banale ma lavarsi le mani è fondamentale: ecco come farlo

I più letti della settimana

  • Aereo si schianta sugli alberi:due feriti gravi

  • Giovane tenta il suicidio dandosi fuoco nell'auto: il gesto estremo di una 26enne

  • Schianto auto-moto: muore 43enne, grave la fidanzata

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Furia violenta alla vista della ex: auto contro l'entrata del pub

Torna su
VicenzaToday è in caricamento