Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Arzignano

Arzignano: Al Capone in salsa curry, arrestato indiano usuraio

Nel corso di perquisizioni, i finanzieri hanno trovato, nascosti all'interno di una stufa a pellet, preziosi e gioielli in oro. E' indagato dallo spaccio di stupefacenti, al contrabbando di tabacco, alla frode fiscale

Il suo negozietto era diventato un vero e proprio centro criminale, almeno secondo la guardia di finanza. Un cittadino indiano, titolare di un piccolo esercizio ad Arzignano, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza con l'accusa di usura ed estorsione.

Le indagini, condotte dalle Fiamme Gialle, sotto la direzione del pm Silvia Golin, hanno accertato che l'uomo, ufficialmente commerciante di alimentari, in realtà concedeva prestiti a tassi vertiginosi, dal 60% al 120% annui, a seconda delle garanzie offerte dal debitore. Finora sono stati individuati undici episodi di usura, quasi tutti nei confronti di cittadini indiani, ma tra le vittime vi è anche un italiano, titolare di un bar, minacciato dall'indiano.


Nel corso di perquisizioni presso l'abitazione dell'usuraio, i finanzieri hanno trovato, nascosti all'interno di una stufa a pellet, insieme al combustibile, preziosi e gioielli in oro che si faceva consegnare in pegno dalle vittime, che si teme possano essere centinaia. L'uomo è indagato perché sospettato di svolgere diverse attività criminose: dallo spaccio di stupefacenti, al contrabbando di tabacco, allo smercio di banconote false, alla frode fiscale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arzignano: Al Capone in salsa curry, arrestato indiano usuraio

VicenzaToday è in caricamento