rotate-mobile
Cronaca

Università, diritto allo studio per i disabili: il progetto di Sammy Basso

Il giovane vicentino, affetto da progeria, sarà testimonial delle spettacolo benefico "We are the World, we are UniPD" che si terrà a Padova. L'obiettivo è quello di raccogliere fondi per permettere ai laureandi di seguire i corsi da casa o dai luoghi di ricovero

Il 27 gennaio prossimo, alla Kioene Arena di Padova, andrà in scena “We are the World, we are UniPD” spettacolo di beneficenza sulle musiche di Michael Jackson che ha come obiettivo la raccolta fondi per consentire a studenti dell’università di Padova con disabilità (immunodepressi, infortunati, con malattie neurologiche...) di seguire i corsi da casa o dai luoghi di ricovero e terminare i loro studi.

Testimonial del progetto sarà Sammy Basso, il  21enne di Tezze sul Brenta, affetto da progeria, malattia rara che causa l'invecchiamento precoce anche se non altera la mente. Sammy da laureando dell'ateneo patavino, iscritto al secondo anno di Scienze naturali, conosce bene le problematiche che i ragazzi disabili hanno nel stare al passo con gli studi e per questo vuole offrire loro delle possibilità come lo streaming che e le lezioni al pc con tanto di diapositive.

Sul palco della Kioene Arena si alterneranno la cantante Barbara Capaccioli e il suo gruppo vocale Polifonia Choir; quindi Vittorio Matteucci, Chiara Luppi, Giovanna Lubjan, Marta Facco, Stevie Biondi, Kenneth Bailey, Valentino Favotto (pianista di Riccardo Fogli), Amudi Safa (chitarrista di Sergio Cortes, l’impersonator di Michael Jackson più famoso al mondo), le danzatrici della Simple Company dirette da Elena Borgatti, Marco e Pippo (l'unico duo che è un trio) e tanti altri artisti eccezionali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, diritto allo studio per i disabili: il progetto di Sammy Basso

VicenzaToday è in caricamento