Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Truffa dei falsi tecnici del gas, anziana derubata di 8500 euro

I due malviventi si sono presentati a casa della vittima con lo scusa di un controllo. Una volta entrati hanno consigliato alla donna di mettere i soldi "al sicuro nel frigo", per poi farli sparire

Non si fermano le truffe agli anziani nonostante i continui appelli di non aprire la porta a sconosciuti anche se si identificano come pubblici ufficiali o operatori di agenzie di distrubuzione di acqua, gas e luce elettrica. La raccomandazione è sempre la stessa: in caso di dubbi telefonare immediatamete ai carabinieri o alla polizia. Purtoppo le vittime più deboli hanno a che fare con professionisti della truffa, gente senza nessun tipo di scrupolo e molto abile nel raggiro. È di pochi giorni fa il caso di una 77enne derubata di 16mila con la scusa di igienizzare i soldi. 

L'ennesimo caso è accaduto nella giornata di giovedì ai danni di una 78enne residente in via Piave a Grumolo delle Abbadesse. I truffatori, questa volta, hanno usato la tecnica dei finti operatori di una società idrica: hanno suonato alla porta della 78enne con la scusa di dover fare un controllo all'impianto dell'acqua, spiegando alla donna che era necessario mettere al sicuro soldi e gioielli nel frigo in caso di allagamento. 

L'anziana è caduta nel trannello e, dopo aver preso denaro e preziosi, dal valore di circa 8.500 euro, ha riposto il tutto nel frigo. I due finti tecnici hanno fatto finta di controllare il sistema idrico e, mentre uno distraeva la vittima, l'altro ha velocemente arraffato il malloppo riposto nel frigorifero. In seguito i due sono andati via velocemente e la 78enne si è accorta troppo tardi di essere stata truffata, denunciando il fatto ai carabinieri. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dei falsi tecnici del gas, anziana derubata di 8500 euro

VicenzaToday è in caricamento