Cadavere trovato nel capannone abbandonato: è di un senzatetto morto da mesi

L'allarme è scattato nella notte tra giovedì e venerdì. Ancora sconosciuta l'identità dell'uomo

AGGIORNAMENTO

Non sarebbe morto carbonizzato, come si pensava in un primo momento, ma per le esalazioni di monossido di carbonio provenienti da una padella posta sopra un braciere che usava per riscaldarsi. Sarebbe stata questa la causa della morte dell'uomo - a quanto sembra un senzatetto di origine nordafricana dall'apparente età di 40 anni - il cui cadavere è stato trovato all'interno di un magazzino dell'ex prosciuttificio Brendolan a Lonigo con entrata in via Cesare Battisti.

La stanza nellla quale si trovava il cadavere decomposto - per entrare si può accedere dal retro dello stabilimento in via Macello - presentava segni di un incendio che si era sviluppato probabilmente in seguito al rovesciamento del braciero usato dall'uomo per riscaldarsi. Il corpo senza vita si trovava in avanzato stato di decomposizione ed era ricoperto interamente di fuliggine, tanto da far pensare inizialmente a una combustione. Il medico legale ha invece certificato la morte - risalente addirittura da mesi - per l'esalazione del gas mortale. Il magistrato ha comunque sottoposto il sequestro del capannone abbandonato e l'autopsia sul cadavere. 

IL RITROVAMENTO

È giallo sul ritrovamento di un cadavere completamente carbonizzato all'interno di un magazzino abbandonato a Lonigo, in via Macello, che ospitava l'ex prosciuttificio Brendolan. A scoprire il corpo, verso le 3 della notte tra giovedì e venerd', sarebbero stati due senzatetto.

I due hanno visto il cadavere in una delle stanze dello stabile abbandonato e hanno dato l'allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco. Sono in corso indagini per stabilire l'identità delle vittima e capire da quanto tempo e perché il corpo fosse in quello stato. Nessun ipotesi è per ora esclusa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo: gennaio 1985 la nevicata del secolo

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento