Il caso del Leone di Trissino, il parroco: «Il nostro bollettino fa storia, ma io non ci andrò»

Dopo le polemiche sui social il sacerdote spiega i motivi per cui l'inaugurazione del manufatto è stata inserita nel foglio parrocchiale

Il leone (foto Gentilin su FB) e il bollettino

Sulle polemiche seguite alla decisione della parrocchia di Trissino di inserire l'inaugurazione del leone marciano  tra gli eventi segnalati dal bollettino parrocchiale interviene il parroco in persona don Lucio Mozzo con una nota diramata ieri in tarda sera: «Io ho dato conto del leone marciano perchè è comunque un evento significativo del clima sociopolitico, e i nostri bollettini fanno "storia". Poi io domenica non andrò all'inaugurazione. Di piú, se dovessi badare ai social network, starei fresco».

Il leone di plastica, il sacerdote e la pioggia (di critiche)

La notizia sta facendo discutere non solo sui social media, ma pure in paese dove peraltro da tempo si sono formati due fronti rispetto al manufatto: uno pro e l'altro contro. Un manufatto del quale ancora oggi non si conosce la reale identitá dei donatori che ne hanno permesso la realizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Foliage: ecco i luoghi più belli dove ammirarlo nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento