Portata via da un male incurabile a soli 27 anni: l'addio a Evelin

Un grande sorriso pieno di vita è l'immagine che tutti, a Selva di Trissino, ricorderanno di Evelin Chiarello, sconfitta dopo una lunga lotta durata 10 anni

Un sorriso dolcissimo e degli occhi che esprimevano una voglia di vivere tenace e piena di gioia. È questo il ricordo che la comunità di Selva di Trissino ha di Evelin Chiarello che, dopo aver combattuto per 10 anni contro un male incurabile, è stata vinta a soli 27 anni. 

Mercoledì Evelin se n'è andata. È morta all'ospedale di Valdagno lasciando nello sconforto i genitori Oriella e Francesco, il fratello Enrico e il fidanzato Filippo. Nonostante la sua lunga battaglia e quattro interventi - l'ultimo nel luglio dello scorso anno - il terribile male che l'ha aggredita da giovanissima alla fine ha prevalso.

La giovane lavorava in un centro commerciale vicentino come commessa, aveva conseguito il diploma di assistente sociale ed era molto attiva come animatrice per i bambini e volontaria nella parrocchia di Selva di Trissino. Ed è infatti nella chiesa di Santa Maria Maddalena che lunedì prossimo alle 10 riceverà l'ultimo saluto terreno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Schianto tra moto sul Grappa: padre e figlia perdono la vita

  • Le norme per viaggiare in auto ancora in vigore: multe e numero di passeggeri

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento