Cronaca

Si intasca i soldi delle trattenute dei dipendenti: imprenditore conciario nei guai

Le fiamme gialle hanno provveduto al sequestro di 163mila euro

I finanzieri del Comando provinciale di Vicenza hanno eseguito un sequestro preventivo, finalizzato alla confisca di disponibilità finanziarie di una società di capitali di Chiampo, attiva nel settore della concia, operando “per equivalente” su beni immobili e quote societarie intestati al suo rappresentate legale per un valore complessivo di oltre 160.000 euro.

Gli accertamenti delle giamme gialle sono partiti da un controllo automatizzato svolto dall’Agenzia delle Entrate di Vicenza nell’ottobre 2020, da cui era emerso che, a fronte di ritenute risultanti dalla dichiarazione 770/2018, riferita a emolumenti erogati dalla società nel 2017, nulla era stato versato all’Erario entro i termini previsti.

I finanzieri della compagnia di Arzignano hanno quindi svolto specifici accertamenti sui conti correnti della società e del suo rappresentante legale. Dato l’esito negativo delle ricerche, i militari hanno proceduto al sequestro di un’abitazione di proprietà (fabbricato di categoria A/3) ubicata a Cazzano di Tramigna (Verona) del valore di 120.105,00 euro e delle partecipazioni detenute dallo stesso nella società in parola e in un’ulteriore s.r.l. con sede ad Arzignano del valore complessivo di 8.520,00 euro.

L’operazione delle fiamme gialle, è stata condotta attraverso accertamenti bancari, immobiliari e più in generale patrimoniali, nella prospettiva di assicurare all’Erario, attraverso il sequestro preventivo eseguito, l’apprensione a vantaggio della collettività dei beni suscettibili di confisca, obbligatoria in caso di condanna degli indagati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intasca i soldi delle trattenute dei dipendenti: imprenditore conciario nei guai

VicenzaToday è in caricamento