Droga, rapina e ricatto nell'alcova di due trans irregolari

I carabinieri sono intervenuti a Grumolo delle Abbadesse e si sono trovati a risolvere una vicenda dai contorni piccanti e bizzarri

Sembra la trama dell'episodio di una serie tv americana la vicenda che ha visto impegnati la notte scorsa i carabinieri di Torri di Quartesolo.

Al termine delle indagini sono state denunciate 4 persone: L.D, 20enne, residente a San Pietro in Gu in provincia di Padova, per furto aggravato di un telefono cellulare, tentata estorsione, cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; P.F, 59enne, residente a Grumolo delle Abbadesse, per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione; W.A 35enne e R. A 32enne, transessuali di nazionalità brasiliana domiciliati rispettivamente ad Altavilla Vicentina e Grumolo delle Abbadesse, per soggiorno illegale nel territorio dello Stato. 

Sesso, droga, rapina e ricatto

L’intervento dei militari era stato richiesto da un 29enne residente Nanto, il quale riferiva ai militari che nella tarda serata di venerdì aveva concordato una prestazione sessuale con i due transessuali, incontrandoli poi in un appartamento di Grumolo delle Abbadesse, utilizzato per incontrare i clienti e di proprietà dell’indagato P.F.

Nel corso della serata la vittima veniva raggiunta da L.D, in precedenza contattato per procurargli della cocaina. Dopo avergliela consegnata, gli sottraeva il telefono cellulare come pagamento per la droga, minacciandolo, per la restituzione, di consegnare la somma di 150 euro. La successiva perquisizione da parte dei militari nell’autovettura di L.D permetteva di recuperare il telefono oltre a rinvenire una canna di marijuana per la quale veniva inoltre segnalato alla Prefettura di Vicenza quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due brasiliani, a conclusione delle attività investigative, venivano invitati a presentarsi presso la Questura di Vicenza per la regolarizzazione del soggiorno in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, boom di contagi: effetto focolaio di Casier

  • Poliziotto blocca un ragazzo, scoppia il caos in piazza Castello

  • Baraonda dei rapper in albergo: intervento della polizia, denunce ed “espulsione”

  • Schianto mortale, auto si cappotta contro un muretto: conducente perde la vita

  • Piazza dei Signori ospita la Supercoppa di volley femminile: finale in diretta Rai

  • "È normale essere preso per il collo da un agente?", Bocciodromo in tribunale per Denis

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento