Tragica fine per Simba: muore in una trappola dopo giorni di agonia

Il povero cagnolino, attirato dall'esca, non è più riuscito a uscire. Il micidiale congegno era stato sistemato nei pressi di un pollaio da un 68enne che è stato denunciato dai carabinieri forestali

Una trappola per volpi (foto da Facebook)

È morto di stenti dopo tre giorni di agonia all'interno di una trappola per volpi sistemata sulle colline fra Isola Vicentina e Castelnovo. Simba, un meticcio di sette anni era scomparso qualche giorno fa durante una passeggiata con la sua padrona. La donna si è messa subito a cercarlo, tornando sul luogo anche il giorno dopo ma del cagnolino nessuna traccia.

A quel punto è scattato l'appello sui social della padrona del quale la quale, dopo l'ennesimo disperato tentativo di capire dove fosse finito Simba, ha fatto la macabra scoperta. Il meticcio era finito dentro la trappola sistemata vicino a un pollaio di proprietà di un 68enne di Isola Vicentina. Il cagnolino è morto di freddo, fame e sete.

L'uomo, che ha giustificato la presenza della micidiale trappola con il fatto che voleva prendere una volpe dopo le continue razzie al suo pollaio, è stato denunciato dai carabinieri forestali per detenere abusivamente uno strumento di cattura il quale, per legge, andrebbe comunque controllato ogni giorno. Simba, attirato dall'esca, è finito dentro alla trappola in metallo e da lì non è più uscito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

  • Droga tra giovanissimi: scoperta serra artigianale in casa, in manette due coinquilini

Torna su
VicenzaToday è in caricamento