Crollo del ponte: partita per Genova la squadra veneta dei pompieri

Alle 4:30 di sabato mattina è partita dalla sede di Mestre la squadra USAR (urban search and rescue) dei vigili del fuoco del Veneto per dare il cambio ai colleghi della Lombardia

Alle 4:30 di sabato mattina è partita dalla sede di Mestre la squadra USAR (urban search and rescue) dei vigili del fuoco del Veneto per dare il cambio a Genova ai colleghi della Lombardia. I 34 componenti del team provenienti da quasi tutti i comandi della regione opereranno da oggi nel teatro dell’evento del crollo del ponte Morandi alla ricerca degli ultimi dispersi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oggi è il giorno del lutto, il giorno del dolore incancellabile e dei tanti ‘perché’ di una tragedia ai quali, per rispetto di Genova e dell’Italia, dei genovesi e degli italiani, dovrà essere data una risposta, assicurando velocemente i responsabili alla giustizia, senza alcuno sconto; giustizia che non potrà restituire la vita alle troppe vittime di questa sciagura, ma deve essere garantita. È anche il momento della commossa gratitudine per i soccorritori, per i vigili del fuoco, per le forze dell’ordine, per quelle donne e uomini che interpretano con le loro azioni il significato vero delle parole coraggio, generosità, altruismo. Non è un caso se l’applauso più forte della gente levatosi stamane a Genova sia stato quello dedicato a loro: un applauso che darà ancor più energia alla squadra veneta che da oggi opererà sul luogo del disastro”. 

Con queste parole il presidente della Regione, Luca Zaia, ha salutato la partenza per la Liguria dei 34 componenti della squadra Usar (Urban Search And Rescue) dei vigili del fuoco del Veneto, provenienti da quasi tutti i comandi della regione, che daranno il cambio ai colleghi della Lombardia.

“Continuate questo triste ma indispensabile lavoro – conclude Zaia – e sappiate che il Veneto è con voi, con tutti i vostri colleghi che si sono alternati giorno e notte sul luogo del crollo, con una città ferita che anche grazie a voi saprà guarire”.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
VicenzaToday è in caricamento