Distruggono i documenti per evitare i controlli: denunciati due imprenditori

L'indagine della guardia di finanza ha permesso di risalire a due presunti evasori totali. Nei loro confronti è scattato un sequestro preventivo di 50mila euro

Non gli è servito distruggere e occultare le scritture contabili, anzi ha aggravato la loro situazione di presunti evasori totali. Per due imprentiori è scattata la denuncia penale per aver occultato e/o distrutto e comunque sottratto all’ispezione, documentazione fiscale della quale era obbligatoria la conservazione. Dopo l'indagine delle fiamme gialle è scattato anche sequestro preventivo di 50mila euro in depositi finanziari nella disponibilità di P.L., imprenditore 47enne di Conegliano e di F.F., 64enne thienese, rispettivamente già amministratore ed attuale legale rappresentante di una società a responsabilità limitata. 

Il provvedimento è l’epilogo di una più complessa operazione di polizia economico-finanziaria avviata mediante un controllo di natura amministrativa della guardia di finanza di Thiene sulla base di gravi indizi di violazione alle norme tributarie emerse, mediante l’analisi degli alert di rischio derivanti dalle interrogazioni alle banche dati in uso al Corpo, sul conto della S.r.l. facente capo a P.L. e F.F. 

L’attività investigativa ha permesso di constatare che i due imprenditori, al fine di evadere le imposte sui redditi e sul valore aggiunto, per un importo ricostruito di circa 50mila euro,  oltre a non aver presentato le previste dichiarazioni annuali per tre periodi d’imposta consecutivi, non avevano esibito, nel corso dell’attività ispettiva, le scritture contabili la cui istituzione e conservazione è obbligatoria. La ricostruzione del volume d’affari è stata eseguita, da parte dei Finanzieri, in via alternativa attraverso l’incrocio degli elementi emergenti dalle banche dati e di quelli dei controlli incrociati eseguiti nei confronti di diversi clienti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento