menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Thiene, dentista economico ma lo studio non è a norma: sequestrato

La polizia locale Nordest e il Servizio di Medicina Legale dell'Ulss 4, mercoledì scorso, hanno rilevato la presenza di un vero e proprio studio dentistico con andirivieni di pazienti. L'attività sanitaria, però, non era autorizzata

Esercitava la professione dentistica a prezzi abbordabili ma l'attività non era autorizzata e le attrezzature non erano a norma.

Tutto è iniziato da una segnalazione pervenuta all'amministrazione comunale di Thiene circa uno strano andirivieni di persone presso locali in via Trentino, che già in passato erano stati adibiti a studio dentistico. Con una pianificata attività di controllo, che ha coinvolto personale della polizia locale Nordest e del Servizio di Medicina Legale dell'Ulss 4, è emersa, mercoledì scorso, la presenza di un vero e proprio studio dentistico con andirivieni di pazienti, senza però che l'attività sanitaria fosse stata autorizzata, anche se esercitata da un medico odontoiatra, Z.M. residente nel Padovano.

Dall'accertamento sono emerse anche delle irregolarità nelle verifiche periodiche delle attrezzature elettromedicali e nella gestione dei rifiuti speciali correlati all'attività sanitaria. Si è attivata pertanto la procedura amministrativa per la chiusura dell'attività illegittima e si è informata l'autorità giudiziaria.


“Ancora una volta - dichiara con soddisfazione l’Assessore alle Attività Produttive e alla Sicurezza, Alberto Samperi - l’attività di controllo, coordinata dal Comune di Thiene ed effettuata con professionalità dalla Polizia Locale, ha prodotto significativi risultati, nel rispetto delle regole della concorrenza e della tutela dei consumatori. Grazie alla segnalazione che mi è giunta da un cittadino e che è stata poi approfondita dal lavoro congiunto di Sportello Unico per le Attività Produttive, polizia locale e Ulss 4, è stato possibile individuare una situazione di abusivismo e di irregolarità nell’esercizio della professione dentistica. Il gestore è stato denunciato in procura e mi sono attivato per far eseguire le opportune verifiche fiscali. La florida attività che si era insediata serviva principalmente una clientela straniera che, attirata dai prezzi bassi, accettava di farsi curare in condizioni igienico sanitarie precarie. E’ bene che si sappia che i controlli ci sono e che il rispetto della leale concorrenza e la tutela dei consumatori sono dei principi dai quali non intendiamo derogare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

social

Frittelle veneziane: scopri la storia e la ricetta originale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento