rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Bassano del Grappa

Tezze sul Brenta: sgominata banda di predoni, refurtiva per 60mila euro

Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa ha ricostruito i movimenti ed il modus operandi di una vera e propria banda dedita ai furti di autovetture finalizzati all'utilizzo per successivi furti in aziende; la merce rubata veniva poi impacchettata e spedita in Romania per la successiva vendita. Tre arrestati e due denunciati

Il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa ha tratto in arresto in flagranza 3 soggetti di nazionalità rumena per furto aggravato in azienda, quindi applicato sempre nei confronti degli stessi la misura del “Fermo di indiziato di delitto di iniziativa della Polizia Giudiziaria” per ricettazione di due autoveicoli.

L’operazione ha avuto origine un mese e mezzo fa, allorquando un privato cittadino ha segnalato un’autovettura sospetta parcheggiata in quel di Tezze sul Brenta. L’autovettura, poi risultata rubata, ha permesso ai militari dell’Arma di ricostruire i movimenti ed il modus operandi di una vera e propria banda di predoni dedita ai furti di autovetture finalizzati all’utilizzo per successivi furti in aziende; la merce rubata veniva poi impacchettata e spedita in Romania per la successiva vendita.

Nella notte fra il 18 ed il 19 novembre, un imponente dispositivo dei Carabinieri di Bassano ha dunque dato materialmente la caccia ai malviventi, a bordo di un Fiat Ducato rubato pochi giorni prima in San Nazario e di una Fiat Panda rubata il 7 novembre al noto sciatore Campione del Mondo Alberto Tomba in San Lazzaro di Savena. Applicando tecniche avanzate di indagine e di pedinamento, i Carabinieri hanno assistito da posizione di sicurezza alla commissione di due furti, rispettivamente nelle aziende “Dissegna” di Romano d’Ezzelino e “Tosin Group” di Stroppari di Tezze sul Brenta, attendendo l’occasione propizia per intervenire.

La finestra di intervento si manifesta verso l’1 del 19, allorquando i malviventi tornano al loro “campo base”, un garage in via Lazzaretto 14 di Tezze sul Brenta, per depositare il materiale rubato. L’intervento repentino dei carabinieri consente di bloccare i tre malviventi D.M.D, 32 anni, D.C., 32 anni, T.V., 27 anni, tutti romeni, residenti in patria ma di fatto senza fissa dimora, e senza precedenti penali.

All’interno del garage i militari hanno rinvenuto, oltre alla refurtiva della notte, materiale di ogni genere (dalle biciclette ai computer, un generatore di corrente, sanitari, ecc…) per un controvalore di almeno 60.000 euro, che sarà successivamente restituito agli aventi diritto insieme agli autoveicoli. Si calcola al momento che i tre, unitamente ad altri soggetti in corso di identificazione, possano essere responsabili di almeno 10 furti commessi in tutto il Veneto e non si esclude anche fuori Regione.


I tre soggetti, arrestati per furto e sottoposti a fermo per ricettazione, sono stati associati alla Casa Circondariale di Vicenza in attesa delle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria. Ulteriori indagini saranno esperite sul caso per allargare i profili di responsabilità ed identificare ogni possibile complice. L’attività è stata resa possibile dal sacrificio ad ogni ora del giorno e della notte dei migliori investigatori della Compagnia Carabinieri di Bassano, militari di esperienza ultradecennale nel perseguimento di ogni tipo di crimine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tezze sul Brenta: sgominata banda di predoni, refurtiva per 60mila euro

VicenzaToday è in caricamento