Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Tezze sul Brenta

Perseguita la ex moglie con appostamenti e inseguimenti in auto: arrestato 47enne

Nonostante il divieto di avvicinamento l'uomo non si dava pace per la fine della relazione. La persecuzione insistente ha fatto scattare l'intervento dei carabinieri

Una persecuzione continua nonostante il divieto di avvicinamento alla ex moglie. I carabinieri di Rosà giovedì hanno arrestato, con sottoposizione ai domiciliari, A. B. 47enne di Tezze sul Brenta.

L'uomo, denunciato dalla donna per atti persecutori commessi nella prima metà del 2018, vale a dire molestie e minacce telefoniche dopo la fine della relazione sentimentale, era stato oggetto di un provvedimento di divieto di avvicinamento alla parte offesa ed ai luoghi da essa abitualmente frequentati, con l’obbligo di tenersi sempre a non meno di 500 metri di distanza.

Nonostante la misura impostagli, l’arrestato non ha mancato di violarla in diverse occasioni, motivo per cui la vittima si è rivolta nuovamente ai Carabinieri di Rosà, specificando di averlo visto un giorno all’interno del bar dove lei si ferma abitualmente per la colazione, cosa anomala visto che l’abitazione dell’ex coniuge dista svariati chilometri dal locale; di notarlo spesso lungo una pista ciclabile nei pressi della propria abitazione; di essere stata seguita in auto in diverse occasioni; di averlo visto a bordo della sua autovettura nei pressi della propria abitazione.

Tutte fatti riconducibili al voler far pesare la propria presenza all’ex moglie, aggravate dal fatto dell'aperta violazione del disposto dell’Autorità Giudiziaria. Gli elementi raccontati dalla vittima hanno i militari ad agire con l'arresto. L’appello alle vittime di simili eventi è quello di denunciare subito presso la più vicina Stazione Carabinieri, senza trascurare nessun episodio, per consentire la massima tutela della persona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex moglie con appostamenti e inseguimenti in auto: arrestato 47enne

VicenzaToday è in caricamento