Tezze, blitz dei vigili: via nomadi e cani randagi

Singolare blitz della polizia locale e del servizio veterinario dell'Ulss 3 in riva al Brenta. In una cava trovato un accampamento nomadi abusivo e nella zona cani randagi che aggredivano i passanti

Delicato blitz della polizia locale di Tezze e del servizio veterinario dell'Ulss 3 sulle rive del Brenta, lunedì mattina. Due gli obiettivi raggiunti: da un lato lo sgombero di un campo nomadi abusivo e dall'altro fermare le scorribande di un branco di cani randagi, che da tempo imperversava nella zona. 

Come riportato da il Giornale di Vicenza trovare il luogo non è stato facile: le due famiglie nomadi si erano accampate all'interno di una cava coperta d'arbusti in condizioni precarie e poco igieniche. La prima famiglia era composta da i genitori e due figli, mentre la seconda coppia ne ha dichiarati undici. Entrambe le famiglie sono state allontanate dai confini comunali. Attorno all'accampamento abusivo, girava un branco di cani randagi che avevano infastidito non pochi passanti e preso d'assalto qualche pollaio situato nelle vicinanze.  gli animali, sprovvisti di chip, sono stati trasportati al canile di Pove. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo: gennaio 1985 la nevicata del secolo

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Investe con l'auto anziana e badante sulle strisce: una muore, l'altra è grave

Torna su
VicenzaToday è in caricamento