rotate-mobile
Cronaca

Terremoto, il bilancio si aggrava di ora in ora: 247 morti, si continua a scavare

Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto sono state praticamente rase al suolo dalle scosse. Sotto le macerie dell'Hotel Roma potrebbero esserci decine di corpi. Una bambina è stata estratta viva dalle macerie. Delrio: "50 milioni per i primi interventi". Dolore e solidarietà dai vicentini

Si continua a scavare tra le macerie, e si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 6.0 che ha colpito ieri l'Italia Centrale: al momento i morti accertati sono 247, secondo il Dipartimento della Protezione Civile. I feriti, ricoverati negli ospedali di Lazio, Umbria e Marche, sono centinaia.

NUOVE SCOSSE - Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto sono state praticamente rase al suolo dalle scosse. Alle 5.17 di stamani una nuova scossa di magnitudo 4.5 è stata chiaramente avvertita anche in Marche e Lazio.

L'HOTEL ROMA - Sotto le macerie dell'Hotel Roma di Amatrice potrebbero esserci decine di corpi. Era serata di festa nell’albergo di 40 stanze, quasi tutte occupate dai turisti. L’hotel poggiava su un terrapieno che per la scossa ha ceduto. Il sindaco Sergio Pirozzi, raggiunto al telefono, aggiunge: "Si teme per i dispersi e che persone siano sotto le macerie, e si continua a scavare".

CANI MOLECOLARI - Ad Arquata del Tronto già da alcune ore i cani "molecolari", addestrati a cercare tracce di superstiti, non segnalano più la presenza di sopravvissuti. 

Il terremoto in centro Italia (foto VVFF)

GESTIRE L'EMERGENZA - "Sara' subito disponibile una prima somma di 50 milioni di euro, che serve per i primi interventi emergenziali". Lo ha annunciato, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio: "Quando siamo arrivati a Palazzo Chigi - ha spiegato - il Fondo emergenza nazionale era a zero, adesso dispone di 234 milioni che saranno utilizzati per la gestione delle esigenze immediate".

ARQUATA - Una bambina è stata estratta viva dalle macerie ad Arquata del Tronto dai vigili del fuoco, dopo oltre 17 ore dal sisma che ha colpito la zona. Dalle prime informazioni, un'altra bambina invece sarebbe stata recuperatapurtroppo senza vita dagli operatori.

PROTEZIONE CIVILE - Prosegue l`impegno del Servizio Nazionale della Protezione Civile mobilitato da stanotte a seguito del terremoto che ha colpito il centro Italia e delle numerose scosse, anche forti, che si sono succedute. Sono circa 4370 gli uomini e le donne appartenenti alle diverse strutture operative di Protezione Civile, ai centri di competenza tecnica scientifica o alle aziende erogatrici di servizi essenziali, dispiegati sul territorio. A questi si aggiunge tutto il personale delle amministrazioni territoriali delle aree colpite dal sisma nonché quello delle colonne mobili attivate da fuori regione (Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Molise, Emilia Romagna, Toscana e Veneto) per portare aiuto. 

VIGILI DEL FUOCO  62 operatori e i 27 mezzi della colonna mobile dei vigili del fuoco del Veneto hanno raggiunto nel pomeriggio le zone operative e sono già al lavoro nell’opera di soccorso.  Gli operatori USAR (urban search and rescue) di Venezia e Treviso stanno operando a Pescara del Tronto(AP) mentre la sezione operativa di Verona sta operando nelle frazioni di Sommati e Cornillo di Amatrice (RI). Il modulo di supporto logistico invece è già in fase di montaggio ad Arquata del Tronto (AP).  Nel pomeriggio è partita anche un’autoscala dal comando di Belluno con due operatori che su richiesta del centro operativo nazionale si sta portando a Macerata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, il bilancio si aggrava di ora in ora: 247 morti, si continua a scavare

VicenzaToday è in caricamento