Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Rosà

Lite degenera nel sangue: aggredisce "l'amica" a colpi di forbice

I fatti sono accaduti il 9 giugno scorso in una casa Ater di Rosà

Una 46enne, senza fissa dimora, è ritenuta la responsabile del tentato omicidio di una sua conoscente, una 42enne di origini brasiliane, residente nel Padovano. 

I fatti si riferiscono al 9 giugno scorso quando alla Centrale operativa della compagnia carabinieri di Bassano del Grappa dal personale sanitario del 118, militari della stazione di Romano d’Ezzelino sono intervenuti all’interno di un’abitazione “Ater” del centro di Rosà, in quanto era stata segnalata la presenza di una  donna con diverse lesioni lacero-contuse al corpo.

Sul posto, le condizioni della donna, una  42enne brasiliana, sono apparse subitocritiche, a causa della presenza di lesioni ad entrambi gli avanbracci e nella zona occipitale sinistra, tali da averle fatto perdere  i sensi per la copiosaperdita di sangue; la donna è stata quindi portata all’ospedale di Bassano del Grappa  in codice rosso.

Alcune ore dopo i fatti, gli investigatori sono riusciti a ricostruire l'accaduto. Tra le due donne era scaturita una lite per futili motivi e la 46enne era stata colpita con un’arma da taglio, poi risultata essere una forbice di piccole dimensioni.

In serata la vittima è stata dimessa dall’ospedale di Bassano del Grappa con una prognosi 30 giorni, mentre, al termine delle formalità di rito, la 42enne è stata arrestata con l'accusa di tentato omicidio .Arresto convalidato e la 46enne è stata trattenuta in carcere a Verona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite degenera nel sangue: aggredisce "l'amica" a colpi di forbice
VicenzaToday è in caricamento