Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Marostica

"Sua figlia ha avuto un incidente e ha bisogno di soldi": tentata truffa ad un'anziana

In manette un 35enne campano. Si cerca il complice

Nella tarda mattinata di mercoledì 22 maggio, una signora di 86 anni residente a Marostica, ha ricevuto una telefonata alla sua utenza di casa da parte di un sedicente carabiniere il quale la informava che la figlia aveva provocato un incidente stradale e aveva urgentemente bisogno di soldi per risarcire la controparte, a causa delle lesioni provocate, ed evitare ulteriori conseguenze penali.  

La donna, comprensibilmente agitata, senza chiudere la conversazione, ha raccolto tutti i soldi contanti che aveva in casa, circa 1.500 euro, soldi che, come da indicazioni ricevute, la stessa avrebbe dovuto  consegnare ad una persona che da lì a breve si sarebbe presentata presso la sua abitazione. 

L’86enne però ha riflettuto su quanto le avevano riferito e, maturando il sospetto di essere vittima di un tentativo di truffa, ha allertato un suo vicino di casa su quanto le era accaduto. Nel mentre, suonava al campanello dell’abitazione della donna un ragazzo il quale, sorpreso dalla presenza del vicino, ha iniziato a giustificarsi e si è allontanato e a piedi con l’intento di far perdere le proprie tracce.

Il vicino di casa ha quindi chiamato la centrale operativa dei carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa, continuando a controllare i movimenti di quel soggetto che nel frattempo era salito a bordo di una Fiat 500L di colore nero e si stava allontanando in direzione Marostica. Grazie anche all’imponente dispiegamento di forze dei militari della compagnia di Bassano del Grappa, sia in uniforme sia in borghese, già in atto per un servizio coordinato, è stato identificato il fuggitivo. Si trattava di un 35enne napoletano, pregiudicato, trovato in possesso di uno smartphone, dalla cui analisi sono emersi chiari elementi circa le sue responsabilità del tentativo di truffa e la somma contante di 325 euro, ritenuta verosimile provento di  pregressa attività delittuosa della stessa specie.  

L'uomo, ritenuto responsabile di tentata truffa aggravata, è stato arrestato. Sono in corso ulteriori indagini al fine sia di accertare l’identità dell'autore della telefonata all'utenza dell'anziana.

L’arresto in questione risulta essere l’ultimo di una serie di analoghi provvedimenti recentemente eseguiti dai militari dell’Arma sul territorio della Provincia di Vicenza.

Le raccomandazioni

L’Arma dei Carabinieri rinnova l'invito ai cittadini ad usare sempre la massima prudenza in occasione di tali insolite telefonate e sul fronte della prevenzione mette in campo numerose  iniziative con campagne di informazione per venire incontro alla popolazione e sensibilizzare tutti  sulla tematica delle truffe agli anziani.

Sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri  www.carabinieri.it, nella sezione “in vostro aiuto” sono illustrati i consigli e le informazioni molto  utili per contrastare l’increscioso fenomeno delle truffe in danno delle persone più vulnerabili, in  particolare gli anziani.  

In caso di necessità, reale o presunta, l’invito è chiamare senza esitazione il 112.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sua figlia ha avuto un incidente e ha bisogno di soldi": tentata truffa ad un'anziana
VicenzaToday è in caricamento