rotate-mobile
Cronaca Mussolente

Truffa del finto nipote, anziana non ci casca e chiama i carabinieri

Sono in corso le indagini per individuare l’autore delle chiamate truffaldine

Nei giorni scorsi un'insegnante in pensione di 83 anni, a distanza di pochi minuti, ha ricevuto due insolite chiamate da numeri sconosciuti sul suo telefono fisso di casa ed in entrambi i casi gli interlocutori, presentatisi con i nomi dei nipoti, hanno preteso la corresponsione di 5mila euro per la loro tutela legale e per il risarcimento riconducibile ad un grave incidente stradale nel quale erano rimasti coinvolti. In particolare, alla signora veniva chiesto di consegnare la somma in denaro, o in alternativa monili in oro, a una terza persona che a breve avrebbe raggiunto la sua abitazione.

La vittima, in un primo momento, ha mostrato qualche esitazione, sostenendo di disporre solamente di qualche centinaio di euro; ma poi, resasi conto di essere vittima di un tentativo di truffa, ha chiamato immediatamente il 112 e così il tentativo di truffa ai suoi danni è stato sventato.

Grazie alla tempestiva chiamata al 112, i militari hanno attivato nell’immediatezza un efficace dispositivo con tutte le pattuglie presenti sul territorio, al fine di tutelare la vittima ed evitare il compimento dell’ignobile raggiro ai suoi danni. In attesa che la vittima valuti la possibilità di sporgere denuncia-querela, sono in corso le indagini per individuare l’autore delle chiamate truffaldine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa del finto nipote, anziana non ci casca e chiama i carabinieri

VicenzaToday è in caricamento