Cronaca Malo

Pedemontana, via i sigilli dal cantiere: riprendono i lavori

Il tribunale di Vicenza ha emesso l’ordinanza di dissequestro della galleria di Malo, confermandolo solamente per le aree di cantiere dove sono depositati i materiali contestati

Riprendono i lavori sulla Superstada Pedemontana Veneta dopo il sequestro da parte della magistratura vicentina della galleria di Malo, la cui ordinanza era stata resa nota agli inizi di luglio. L'accusa che ha portato ai sigilli del cantiere era di utilizzo di materiale non conforme in truffa ai danni degli enti pubblici.

Una questione spinosa che ha scosso il mondo politico ed evidenzato molti punti critici dell'opera, con un'inchiesta che ha inevitabilmente sollevato un ennesimo polverone sulla contestata infrastruttua. 

È di giovedì l'annuncio del presidente del tribunale di Vicenza, dott. Lorenzo Miazzi, il quale ha emesso l’ordinanza di dissequestro della galleria, confermandolo solamente per le aree di cantiere dove sono depositati i materiali contestati, forniti dalle imprese menzionate nel decreto di sequestro (tubi, pozzetti, ecc). Il provvedimento  incide sul sequestro del 4 luglio. Rimangono attivi i vecchi provvedimenti lato Malo e lato Castelgomberto. 

Sulla base di questa decione, la Regione Veneto annuncia che i lavori riprenderanno così come erano in esecuzione fino alla data del sequestro. Si attendono per la giornata di domani le motivazioni del provvedimento.

«La Regione - si legge nella nota della Giunta  di Palazzo Balbi - riconferma la massima disponibilità e collaborazione alla magistratura, al fine della piena chiarezza dei fatti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedemontana, via i sigilli dal cantiere: riprendono i lavori

VicenzaToday è in caricamento