Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Montegalda

Stupro dopo la discoteca: in carcere 10 anni dopo la sentenza

Una serata di divertimento finita in un incubo per una ragazza padovana. L'allora 26enne responsabile della violenza era stato condannato a più di tre anni di reclusione

Nella giornata di lunedì i carabinieri di Mestrino hanno arrestato Alemayehu Demoz, italiano di origine etiope dell'83 residente a Mestrino. Su di lui pendeva un ordine di carcerazione della procura di Vicenza per violenza sessuale avvenuta nel 2009 a Montegalda. L'uomo era stato condannato a 3 anni e 4 mesi di carcere.

La vicenda risale al 21 giugno di 10 anni fa. Quella sera l'allora 26enne etiope si trovava nel locale "Crazy Bull" di Torri di Quartesolo, dove incontra un compagnia di padovani. Tra loro, una studentessa 23enne che lui aveva già conosciuto in precedenza proprio in quel locale.

Demoz, conosciuto come Daniel, convince la ragazza ad andare al Palladium di Marola, mentre il resto della compagnia decide di rientrare. I due salgono nell'auto di lui e passano la serata in discoteca a ballare e a parlare. Verso le cinque decidono di rientrare.

Sulla strada verso casa, nelle campagne di Montegalda, Daniel vede un posto isolato e ferma l'auto, blocca le portiere e costringe la studentessa a un rapporto sessuale. Alla fine lei riesce a fuggire, sconvolta, e viene raccolta da un automobilsta al quale chiede aiuto. Daniel venne successivamente rintracciato e arrestato dai carabinieri. E nel novembre del 2009 processato e condannato. Da qualche giorno si trova in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro dopo la discoteca: in carcere 10 anni dopo la sentenza

VicenzaToday è in caricamento