rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Stupri, pestaggi ed incidenti a Vicenza ma i soldati Usa si fanno processare in patria

Un'inchiesta de Il Fatto quotidiano denuncia a livello nazionale quanto già noto tra i confini cittadini. Il ministero della Giustizia italiano ha già autorizzato lo spostamento di 91 processi su 113

A Vicenza praticamente non è una notizia, ma Il Fatto Quotidiano dedica la prima pagina ai crimini dei soldati Usa, compiuti sul territorio vicentino ma fatti giudicare da tribunali americani dove, spesso, la fanno franca. E' lo stesso ministero della Giustizia italiano ad autorizzare lo spostamento, in bel 91 casi su 113.

STUPRATA VICINO ALLA EDERLE

Si tratta di reati anche gravi, tra cui stupri e violenze. In particolare, il quotidiano racconta di un episodio accaduto il 9 novembre scorso alla Cà di Dennis, nei pressi della caserma, quando una 17enne di origini sudamericane venne violentata. Il colpevole, un militare di stanza al Del Din, identificato dai carabinieri, ha chiesto di venire giudicato da un tribunale americano, opportunità prevista dagli accordi Nato. Un previlegio che, con ogni probabilità, non consentirà alla vittima di difendersi, per ovvi mitivi economici, come avrebbe potuto fare a Vicenza. 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupri, pestaggi ed incidenti a Vicenza ma i soldati Usa si fanno processare in patria

VicenzaToday è in caricamento