rotate-mobile
Cronaca

Spese elettorali: 30 mila euro alla Moretti dagli amici di Dell'Utri

Nell'elenco dei finanziatori del Pd per le scorse elezioni regionali figurano imprenditori della sanità privata e delle telecomunicazioni con amicizie "scomode" per la sinistra

Un detto americano recita:"Non essite bianco o nero. L’unico colore che conta davvero è il verde.dei soldi" Una frase che potrebbe essere venuta in mente a molti elettori del Pd leggendo con attenzione le polemiche di questi giorni sui finanziatori delle scorsa campagna elettorale di Alesandra Moretti.

Come riportato da il Gazzettino nella lista dei benefattori dell'Associazione Alessandra Moretti presidente" , che ha raccolto 443.108 euro, anche un manager in passato legato a Marcello Dell'Utri. I detrattori della candidata del Pd puntano anche il dito verso il contributo versato da alcune strutture della sanità privata che fanno capo al gruppo Garofalo, uno dei principali nomi del settore che dal Sud si sta affacciando al Nord d'Italia.

Propiro la sanità è al centro dello scontro politico in Regione. Venerdì la Moretti aveva attaccato la Giunta Zaia: "L’uscita del Veneto da ogni ruolo di coordinamento nella Conferenza delle Regioni, con la perdita della guida della Commissione Sanità, rappresenta una sconfitta bruciante per la nostra Regione. Rimanere di fatto fuori dalla Conferenza delle Regioni per un capriccio di Zaia è intollerabile e significa non voler prendere parte al processo riformista del Paese"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese elettorali: 30 mila euro alla Moretti dagli amici di Dell'Utri

VicenzaToday è in caricamento