menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un garage come base per lo spaccio: arrestato 42enne

L'operazione è stata condotta dalla guardia di finanza di Vicenza. Le fiamme gialle hanno trovato in possesso dell'uomo finito in manette, 1/2 chilo di stupefacente tra hashish, marijuana e cocaina

I finanzieri del comando provinciale di Vicenza hanno arrestato un cittadino tunisino, M.S. di anni 42, poiché trovato in possesso, ai fini dello spaccio, di mezzo chilogrammo di stupefacente tra hashish, marijuana e cocaina. L'operazione è avvenuta nella tarda serata dello scorso 12 gennaio a Torri di Quartesolo.

I militari sono intervenuti dopo aver notato - durante un giro di perlustrazione - dei movimenti sospetti presso un garage di un’unità immobiliare. Ad attirare i sospetti, in particolare, un andirivieni di persone che entravano nell’autorimessa per uscirne  dopo qualche minuto. Il sospetto che il via via  potesse essere legato a qualcosa di illecito è stato avvalorato dal fatto che, da visure alle banche dati, il box-auto risultava in uso ad un soggetto di origine nordafricana gravato da precedenti in materia di stupefacenti. Gli uomini delle fiamme gialle hanno così fermato, a poca distanza dal box, un italiano appena uscito dalla rimessa: addosso aveva un ovulo di hashish da 10 grammi. 

A quel punto è scattata la perquisizione del garage al cui interno risultava presente il cittadino tunisino M.S., regolarmente soggiornante sul territorio nazionale. Inoltre i militari hanno rinvenuto e sequestratomezzo chilo di sostanza stupefacente di diverso tipo (hashish, marijuana e cocaina) suddiviso in panetti, pezzature sciolte, piccoli involucri ed ovuli pronti per lo smercio oltre che un bilancino di precisione e del denaro contante (290 euro) in banconote di diverso taglio.

M.S. è stato pertanto tratto in arresto in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti e dopo gli atti di rito posto agli arresti domiciliari come disposto dalla Procura della Repubblica di Vicenza; il soggetto italiano a cui è stato rinvenuto e sequestrato l’ovulo di hashish è stato segnalato alla locale Prefettura come consumatore. Il gip  ha convalidato l’arresto applicando, quale misura cautelare, la prosecuzione dei domiciliari per il tunisino, disoccupatgo, senza fissa dimora e regolarmente soggiornante nel territorio nazionale in quanto coniugato con una cittadina italiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Comincia l'invasione delle formiche: i rimedi naturali

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento