menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina, proseguono le indagini: ritrovata altra droga nel bosco

Dopo l'alt dei carabinieri era fuggito a piedi abbandonando figlia e moglie in auto. I carabinieri erano riusciti a rintracciarlo e denunciarlo. Nella giornata di mercoledì sono arrivati ulteriori elementi che aggravano la posizione della coppia

Proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di San Bonifacio (Verona) per ricostruire dettagliatamente le illecite attività di spaccio di sostanze stupefacenti della coppia di nordafricani, M.I. 27enne, pregiudicato, ora in carcere a Vicenza, e di sua moglie, E.S. 30enne, che si trova agli arresti domiciliari, arrestati due giorni fa ad Orgiano, quando vennero trovati in possesso di oltre 400 grammi di cocaina purissima non ancora tagliata.

Gli Investigatori nel pomeriggio di mercoledì, coordinati dai magistrati della Procura di Vicenza, hanno recuperato altri 60 grammi di cocaina che i due marocchini avevano sotterrato nella stessa area boschiva dove i carabinieri li avevano monitorati per giorni.

Un lavoro certosino quello di cui si stanno occupando i militari che vogliono individuare la rete di pusher di cui si servivano i due trafficanti, ritenuti essere capofila dello spaccio di cocaina a San Bonifacio, per recapitare le dosi alla loro numerosa clientela.

Determinante anche questa volta il contributo di Cyr e Corina, i due cani antidroga del nucleo Carabinieri cinofili Torreglia (Padova): una sinergia quella con i reparti specializzati dell'arma che permette di rendere ancora più incisiva l'azione di contrasto degli investigatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento