Cronaca

Social Day 2011: i ragazzi al lavoro fuori dalle scuole per solidarietà

Sabato 21 aprile ed al motto di "Una mano tira l'altra", la sesta edizione della manifestazione avrà nel Veneto e nel Vicentino, Bassanese in particolare, il suo cuore pulsante. Montecchio anticipa a venerdì

L'Itc Ceccato di Montecchio Maggiore suonerà la campanella di uscita per primo, venerdì mattina. Il Social Day 2012 si apre dunque in anticipo, segno che è forte la voglia di partecipare ad un'operazione che non è solo “ramazza e pennelli” ma solidarietà concreta. In cantiere. TUTTE LE ATTIVITA' DI VICENZA E PROVINCIA

Spiega l'Assessore alle Politiche Giovanili Andrea Pellizzari: “In 5 anni sono stati coinvolti oltre 9000 giovani e raccolti quasi 70mila euro destinati a progetti di solidarietà. Numeri che scorporati, sono sempre stati crescenti. Quest'anno la partecipazione riguarderà 9 istituti superiori e più di 80 classi delle scuole elementari e medie del comprensorio di Bassano del Grappa più alcune scuole superiori di Schio, Thiene, Vicenza, Arzignano e la già citata Montecchio per un totale di oltre 5000 ragazzi. Alla Provincia di Vicenza, che partecipa anche con un proprio contributo, il compito di verificare il buon esito dell'iniziativa anche con verifiche sul luogo.

Come ogni Social Day che si rispetti anche questo prevede quattro progetti attivi, scelti dai ragazzi stessi, cui andranno tutti i soldi raccolti: “Sostegno scolastico ai NATs del mercato di Abasto” a Santa Cruz (Bolivia), “Camion del Thé”, nella regione di Njombe in Tanzania, “Terra, speranza e lavoro” a Maragogi (Brasile) e “Cooperativa Pio La Torre” di Palermo, aderente a “Libera”, l'associazione che si batte contro le mafie. Quattro le cooperative sociali che coordineranno la giornata con altrettanti responsabili: Adelante e Riccardo Nardello per l'area bassanese, Insieme e Marina Fornasier per Vicenza, Montecchio e Arzignano, Radicà e Alberto Carollo per Thiene e Samarcanda e Marta Dalle Molle per Schio.


“La manifestazione – continua Pellizzari – ha anche una valenza civica importante perché rappresenta un momento di incontro fra i nostri studenti e la società. Per esempio, l'Unione dei Comuni del Marosticense contribuirà al Social Day per il triennio 2012-2014”. Tra le novità di quest'anno la costituzione di un Comitato Giovani, responsabile della governance del progetto, e lo sviluppo extraterritoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Social Day 2011: i ragazzi al lavoro fuori dalle scuole per solidarietà

VicenzaToday è in caricamento