menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto della questura di Vicenza

Foto della questura di Vicenza

Abusivi nel garage dormitorio: lo sgombero delle forze dell'ordine

Operazione, giovedì mattina, della polizia di Stato con l'ausilio della polizia locale in uno stabile occupato da tempo da sbandati

Operazione nella mattinata di giovedì della polizia di Stato con il supporto della polizia locale di Vicenza. Gli agenti, impegnate nei pressi di Parco Fornaci e zona Mercato Nuovo, sono entrati in un garage in via Zampieri, posto sotto a uno stabile in costruzione, con i lavori fermi da tempo, e hanno trovato nove persone di nazionalità straniera. 

Il posto era diventato un vero e proprio rifugio dormitorio e gli occupanti sono stati portati in questura per l'identificazione. Sul posto sono arrivati anche gli operatori AIM per la bonifica. 

I soggetti presenti al momento dell’accesso della polizia, alcuni dei quali in possesso di regolare permesso di soggiorno, sono stati tutti denunciati

Tra questi, J.O. classe 98, cittadino del Gambia, regolare sul territorio nazionale, durante l’ispezione dello zaino che aveva al seguito è stato denunciato in stato di libertà poiché nello stesso è stato rinvenuto un sacchetto di plastica contenente circa 150 grammi di hashish. All’uomo, senza precedenti a carico, è stato comunque contestato il reato di possesso, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente.

M.A, classe 97, cittadino senegalese, irregolare sul territorio nazionale, al termine delle verifiche è stato raggiunto da un provvedimento di espulsione a firma del Questore di Vicenza.

J.M., infine, gambiano del 93, già raggiunto da un provvedimento di divieto di dimora nel Comune di Vicenza datato 9.9.2020, è stato deferito alla A.G. per la inottemperanza allo stesso.

Personale Sanitario della Questura ha garantito, durante l’effettuazione delle operazioni, la massima sicurezza provvedendo al rilevamento della temperatura corporea dei soggetti presenti e fornendo loro i previsti dispositivi di protezione individuale con i quali sono stati accompagnati negli uffici di Viale Mazzini.

L’area del cantiere dove si trova l’immobile, al termine delle operazioni di pulizia e bonifica, è stato messo in sicurezza da maestranze della proprietà presenti sul posto.

Il primo cittadino di Vicenza Francesco Rucco ha espresso soddisfazione  per l'operazione: «L'area era diventata un rifugio per senzatetto che bivaccavano su giacigli di fortuna ed un luogo dedito allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti – fa sapere il sindaco – e con questo intervento, a cui ha partecipato anche la polizia locale ed il consigliere delegato alle funzioni di studio, proposta e sviluppo di progetti specifici nell'ambito delle politiche per la sicurezza Nicolò Naclerio, si dà continuità alla lotta al degrado, anche in questa zona. Avevo ricevuto alcune istanze da parte dei cittadini che segnalavano questa situazione che non ho esitato a trasmettere al Comitato ordine e sicurezza provinciale e per questo sono a ringraziare a nome della città il prefetto, il questore e tutte le forze dell'ordine che hanno partecipato all'operazione di questa mattina. Avevo anche sollecitato personalmente la proprietà a provvedere alla bonifica e alla messa in sicurezza dello stabile rendendolo, di fatto, accessibile esclusivamente ai titolari dei box auto nella parte relativa al piano seminterrato, ed inaccessibile, per tutti, relativamente ai piani sopraelevati e nel perimetro esterno. Dobbiamo continuare su questa strada per permettere a tutti i cittadini di vivere in serenità»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Madame, la giovane di Creazzo stasera al Festival di Sanremo

Attualità

Lotto, raffica di vincite con la stessa combinazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento