rotate-mobile
Cronaca Riviera Berica / Viale Riviera Berica

Staccano i telefonini tutta la notte, baby sitter "sequestrata"

Una studentessa ha denunciato una coppia di genitori, rei di averla chiusa in casa coi bambini e di essere stati irreperibili dalle 13.30 alle 4 del mattino. L'ipotesi di reato è di "sequestro di persona"

Sarà stato per passare una notte di passione lontani dalle mura domestiche o perchè la serata con gli amici è andata per le lunghe, fatto sta che due coniugi, genitori di due bimbi di 5 e un anno e mezzo, sono stati denunciati dalla loro baby sitter per "sequestro di persona".

I fatti risalgono all'autunno scorso, quando la studentessa è arrivata, come era già accaduto, nella casa della famiglia S. alle 13.30 per occuparsi dei bambini. Non erano previste uscite e la ragazza non si è accorta che la porta blindata era stata chiusa dall'esterno. Il rientro dei genitori era previsto per le 19.30.

Quando il ritardo cominciava ad essere preoccupante, la giovane, originaria di Belluno, ha cominciato a chiamare i due ma i telefonini erano spenti. Solo in quel momento ha realizzato di non poter uscire. Per non agitare i piccoli, la studentessa non ha chiesto l'intervento dei pompieri o delle forze dell'ordine: alle 4 finalmente i due sono rientrati nella loro casa, in Riviera Berica, "allegrotti".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Staccano i telefonini tutta la notte, baby sitter "sequestrata"

VicenzaToday è in caricamento