Sequestra la madre disabile e minaccia di dar fuoco alla casa dove aveva un arsenale

L'uomo aveva cosparso di benzina i mobili dell'abitazione e acceso un fiammifero, minacciando di dar fuoco a tutto se il padre, che si era recato dai carabinieri, non fosse rientrato a caso. I militari sono riusciti a dissuaderlo e l'hanno arrestato

Una situazione famliare difficile che poteva trasformarsi in tragedia, scongiurata grazie all'intervento dei carabinieri. Un 46enne, dopo essersi barricato in casa con la madre disabile, ha cosparso di benzina l'interno dell'abitazione minacciando di dare fuoc a tutto. I militari sono riusciti a farlo desistere dal suo folle gesto e, dopo aver portato in salvo l'anziana signora hanno arrestato l'uomo. Si tratta di Fabio Fronsaglia, un asiaghese residente a Roana con la famiglia. 

L'episodio è avvenuto lo scorso 10 marzo a Roana. Il 46enne, intorno poco dopo le 10, temendo che il padre si fosse recato in caserma per denunciare l’ennesimo diverbio fra i due, lo chiamava telefonicamente per avere precise rassicurazioni minacciandolo, in caso contrario, di dare fuoco alla sua abitazione. Dalla conversazione concitata, udita anche dai militari, visto che proprio in quel frangente il padre si trovava in caserma per denunciare quanto accaduto la sera precedente, si sentivano le grida di aiuto provenire della madre disabile presente all’interno della casa. 

Temendo che la situazione potesse degenerare, essendo note le vicissitudini familiari, i carabinieri si sono recati immediatamente sul posto. Fronsaglia, che nel frattempo si era barricato in casa avendo chiuso con una catena serrata da un lucchetto ogni possibile accesso, alla vista dei militari si è affacciato alla finestra e brandendo un fiammifero minacciava di appiccare un incendio se il padre non fosse rientrato a casa, sostenendo di aver cosparso i suppellettili e l’intera abitazione con della benzina. La circostanza è apparsa sin da subito verosimile ai militari, che hanno sentito le esalazioni provenineti dalla casa. 

I militari, sono quindi riusciti non senza fatica, a dissuadere l'uomo dal compiere gesti sconsiderati e, una volta entrati in casa ancora satura dalle esalazioni del combustibile, si sono precipitati in camera da letto per portare all’esterno la donna mettendo in sicurezza la stessa e gli ambienti circostanti. Con l’ausilio dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno poi perquisito l'abitazione, posta al piano superiore della palazzina, rinvenendo un autentico arsenale costituito da ordigni e munizioni risalenti al primo conflitto mondiale. L'intero immobile è stato quindi sequestrato e sono partite le misure per la bonifica e la messa in sicurezza dell’area. Nei giorni seguenti gli artificieri dell’8° Reggimento Paracadutisti Folgore di Legnago, incaricati della bonifica, hanno verificato effettivamente la presenza ben 18 ordini ancora attivi e pericolosi. In casa c'era anche una tanica di 5 litri con ancora residui di benzina. 

Fronsaglia, è stato quindi arrestato per sequestro di persona in danno di ascendente e detenzione di armi e munizioni da guerra.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Covid-19: oltre 5mila casi e 186 decessi in Veneto, 652 positivi nel Vicentino

  • Frontale tra due auto: grave un 65enne

  • Giocano a pallone in strada: denunciati i genitori di 10 ragazzini per violazione al Dpcm

Torna su
VicenzaToday è in caricamento