rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Ladri seriali delle aree di servizio incastrati dai carabinieri: una decina di furti contestati

I militari dell'Arma di Mestrino hanno notificato una misura cautelare a un uomo di 24 anni russo e uno di 25 di Vicenza, noti alla giustizia residenti a Piazzola sul Brenta e un trentunenne vicentino residente a Grisignano di Zocco.

Erano diventati l'incubo delle aree di servizio del padovano e del vicentino. Al termine di un'articolata indagine sono stati identificati e ora dovranno rispondere di quanto commesso all'autorità giudiziaria. Il 31 gennaio i carabinieri della stazione di Mestrino, con la collaborazione dei colleghi di Piazzola sul Brenta e Camisano Vicentino hanno eseguito tre misure cautelari emesse dalla Procura di Padova ai danni di tre operai residenti a cavallo tra le due province interessate dall'attività investigativa. Stiamo parlando di un uomo di 24 anni russo e uno di 25 di Vicenza, noti alla giustizia residenti a Piazzola sul Brenta e di un trentunenne vicentino residente a Grisignano di Zocco. 

L'attività di indagine e la scia di furti

Il lavoro è stato seguito dai carabinieri della stazione di Mestrino a partire dal settembre del 2022 subito dopo un furto andato a segno in una tabaccheria proprio di Mestrino. Nell'immediatezza dei fatti l'attività tecnica e sul campo ha permesso agli investigatori dell'Arma di risalire ai responsabili del furto. Gli stessi erano avvezzi ai reati predatori. Tra questi, quello di targhe automobilistiche avvenuto il 17 ottobre del 2022 a Veggiano. Quello del 19 ottobre ai danni di un bar di una area di servizio di Grantorto dove sono stati asportati biglietti della lotteria gratta & vinci per un bottino di 2.700 euro. Due tentati colpi alle colonnine self service a Curtarolo e Grantorto il 24 ottobre. Gli stessi sarebbero i responsabili il 28 ottobre di un furto di targhe a Castagnero in provincia di Vicenza. Il 30 ottobre la banda ha colpito al lavaggio self service di un'area di servizio di Veggiano, asportando contante per 206 euro, lasciando però una scia di danni di mille euro. Il 3 novembre il blitz è andato a segno ad un altro autolavaggio self service di Limena con un bottino di 900 euro. Il giorno dopo il furto è stato consumato al bar di un'area di servizio di San Martino di Lupari per complessivi 350 euro. Senza un attimo di sosta un ulteriore assalto è andato a segno il 7 novembre alla colonnina self service di un'area di servizio di Curtarolo con un bottino di 905 euro. Il giorno dopo, l'8 novembre i ladri hanno rubato 260 euro al bar dell'impianto di pesca sportiva di Camisano Vicentino. 

La svolta

Lo scorso novembre i carabinieri di Mestrino, seguendo le tracce dei sospettati sono arrivati a Grisignano di Zocco dove hanno sorpreso il terzetto con un portabagagli carico di attrezzi da scasso e materiale elettronico rubato poco prima in una società di Piazzola sul Brenta e in un cantiere di una società di costruzioni di Grisignano do Zocco per un bottino complessivo di 15mila euro. Nel corso delle operazioni per l’esecuzione delle misure cautelari, sono state effettuate le perquisizioni domiciliari che hanno dato esito positivo. Sono state infatti trovate nella disponibilità del primo indagato sette carte magnetiche prepagate di carburante del valore di 50 euro che sono state sequestrate, in quanto ritenute di provenienza illecita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri seriali delle aree di servizio incastrati dai carabinieri: una decina di furti contestati

VicenzaToday è in caricamento