rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Schio

Scritte no vax all'entrata del centro vaccinale, caccia ai responsabili

La polizia locale Alto Vicentino sta visionando le telecamere dopo l'atto vandalico commesso nella notte tra lunedì e martedì. La scritta è subito stata cancellata. Il sindaco: «Schifato da questo modo di agire»

"Il vax uccide". È la frase, scritta da ignoti nella notte tra lunedì e martedì, apparsa sulle pareti esterne del Lanificio Conte di via Pasubio a Schio, dove ha sede il centro vaccinale dell'Ulss 7 Pedemontana. Il vandalismo ha mandato su tutte le furie il primo cittadino della città, Valter Orsi, il quale ha dichiarato: «Questa notte si è verificato un atto vandalico ripudiante con l'imbrattamento di scritte e simboli dichiaratamente no vax. Questo vandalismo su un patrimonio pubblico è penalmente condannabile e non mancheremo di procedere con l'iter previsto dalla legge».

ripristino_shed_2-2

Al momento la Polizia Locale sta visionando le telecamere di video sorveglianza per cercare di individuare il colpevole o i colpevoli, e nel frattempo la scritta è stata cancellato. Il sindaco lancia un appello alla cittadinanza: «Se qualcuno ha visto o sentito qualcosa si rivolga subito alle forze dell'ordine. Ho sempre voluto che a Schio la libertà di pensiero ed espressione fosse un valore intoccabile, ma ovviamente solo all'interno delle possibilità previste dalle norme. Sono schifato da questo modo di agire». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte no vax all'entrata del centro vaccinale, caccia ai responsabili

VicenzaToday è in caricamento