rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca Torrebelvicino

Cartello shock nazifascista: «Giorno della memoria, ricordiamoci di aprire i forni»

Il delirante cartello, appeso nella notte del giorno della memoria sulla bacheca del PD, vicino a quella dell’ANPI e dell’ARCI di Torrebelvicino, fa inorridire e riflettere

«27 gennaio giornata della memoria, ricordiamoci di riaprire i forni: ebrei, rom, sinti, froci, negri, comunisti. Ingresso libero»

Un cartello delirante, scritto da qualcuno che molto probabilmente ha molti problemi mentali e assai poco cervello. Si potrebbe definire così il foglio firmato con una svastica ed esposto nella notte tra lunedì e martedì da ignoti sulla bacheca del PD, vicino a quella dell’ANPI e dell’ARCI di Torrebelvicino. Si potrebbe se non fosse per quelle parole che trasudano un odio e una violenza cieca, frutto di un'ignoranza che riduce l'uomo in un pupazzo e la storia e il pensiero in un buco nero. 

Al di là dell'autore del gesto - su quello indagheranno i carabinieri visto che è già stata presentata denuncia - colpisce la facilità con la quale l'orrore più bieco esce allo scoperto peraltro in una giornata, quella della memoria dell'olocausto, che non ha connotazioni politiche ma solo umane.

Quell'umanità che - per idiozia, ignoranza o semplicemente incapacità di affrontare qualsiasi pensiero critico - forse non è mai stata insegnata all'autore di quel cartello infame oppure, se c'era, è stata sostituita da qualcosa di orribile che qualcuno gli ha trasmesso. Proprio come un virus. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartello shock nazifascista: «Giorno della memoria, ricordiamoci di aprire i forni»

VicenzaToday è in caricamento