menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartello shock nazifascista: «Giorno della memoria, ricordiamoci di aprire i forni»

Il delirante cartello, appeso nella notte del giorno della memoria sulla bacheca del PD, vicino a quella dell’ANPI e dell’ARCI di Torrebelvicino, fa inorridire e riflettere

«27 gennaio giornata della memoria, ricordiamoci di riaprire i forni: ebrei, rom, sinti, froci, negri, comunisti. Ingresso libero»

Un cartello delirante, scritto da qualcuno che molto probabilmente ha molti problemi mentali e assai poco cervello. Si potrebbe definire così il foglio firmato con una svastica ed esposto nella notte tra lunedì e martedì da ignoti sulla bacheca del PD, vicino a quella dell’ANPI e dell’ARCI di Torrebelvicino. Si potrebbe se non fosse per quelle parole che trasudano un odio e una violenza cieca, frutto di un'ignoranza che riduce l'uomo in un pupazzo e la storia e il pensiero in un buco nero. 

Al di là dell'autore del gesto - su quello indagheranno i carabinieri visto che è già stata presentata denuncia - colpisce la facilità con la quale l'orrore più bieco esce allo scoperto peraltro in una giornata, quella della memoria dell'olocausto, che non ha connotazioni politiche ma solo umane.

Quell'umanità che - per idiozia, ignoranza o semplicemente incapacità di affrontare qualsiasi pensiero critico - forse non è mai stata insegnata all'autore di quel cartello infame oppure, se c'era, è stata sostituita da qualcosa di orribile che qualcuno gli ha trasmesso. Proprio come un virus. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Sicurezza

Come sanificare il divano e farlo tornare nuovo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Yale Stock Trading Game, un bassanese sul podio

  • social

    Primo assaggio di primavera e primi bagnanti al Livelon

Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento