rotate-mobile
Cronaca Schio

Scoperti lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno in un fast food del centro

Il titolare dell’esercizio commerciale di Schio è stato segnalato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale e successive sanzioni

I finanzieri del comando Provinciale di Vicenza, nell’ambito delle attività di polizia economico-finanziaria finalizzate al contrasto del sommerso da lavoro, hanno rilevato plurime infrazioni in tema di lavoro nero, con il coinvolgimento di un minore, e di immigrazione clandestina.

I militari della compagnia della guardia di finanza di Schio hanno effettuato un accesso presso un fast food del centro storico della città scledense. Nel corso dell’attività si è appurato come tutti i dipendenti presenti all’interno del locale fossero impiegati senza la preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro.

Nel dettaglio, è stato rilevato l’impiego di un minore senza regolare contratto e in assenza della prescritta visita medica preventiva tesa ad accertare l’idoneità nello svolgimento dell’attività lavorativa, una dipendente priva di regolare inquadramento contrattuale e contributivo, nonché due cittadini stranieri irregolari sul territorio dello stato.

Pertanto, il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale e per la successiva irrogazione di sanzioni amministrative quantificabili, nel minimo, in oltre 15.600 euro.

In merito all’impiego dei lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno, è stata inoltre redatta apposita comunicazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, con la quale sono stati deferiti sia il titolare dell’attività, per impiego di manodopera clandestina, che i due lavoratori, per soggiorno illegale nel territorio dello stato – per quanto previsto dal Testo Unico sull’Immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno in un fast food del centro

VicenzaToday è in caricamento