Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Sconta la pena di 13 anni per omicidio, esce dal carcere e viene espulso dall'Italia

L'uomo, nel 2011, aveva ucciso un 33enne al termine di una lite per la suddivisione della piazza dello spaccio

Nei giorni scorsi, personale della questura di Vicenza ha condotto K.O., 37enne cittadino magrebino, presso il centro di permanenza e rimpatrio di Gradisca d’Isonzo. L’uomo era giunto clandestinamente in Italia nel 2008 attraverso la frontiera di mare di Brindisi dove era stato immediatamente rintracciato e respinto.

Il tunisino aveva però eluso l’ordine di respingimento giungendo in provincia di Vicenza Nel 2011, a seguito di un diverbio e al termine di una lite per la suddivisione della piazza dello spaccio, durante la Festa dei Oto in Campo Marzio aveva ucciso con un fendente G.R., un 33enne anch’egli proveniente dal Maghreb. A seguito delle serrate indagini svolte, gli agenti della squadra mobile sono riusciti a rintracciarlo proprio mentre stava per lasciare l’Italia.

Condannato alla pena di 14 anni ed 1 mese, e giunto al termine del periodo di carcerazione, lo straniero è stato preso in carico dagli agenti dell’ufficio immigrazione della questura i quali, a seguito di un decreto di trattenimento emesso dal questore di Vicenza, lo hanno scortato presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Gradisca d’Isonzo (Gorizia) dove sarà trattenuto in attesa di essere quanto prima imbarcato su un volo diretto in Tunisia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconta la pena di 13 anni per omicidio, esce dal carcere e viene espulso dall'Italia
VicenzaToday è in caricamento