rotate-mobile
Cronaca

Tragedia in montagna, muore escursionista 47enne

La disgrazia è avvenuta venerdì mattina sul monte Terminillo, provincia di Rieti. L'uomo, un vicentino, è scivolato in un canalone

AGGIORNAMENTO ORE 17:30

Era arrivato sul Monte Terminillo il giorno di Santo Stefano e aveva dormito al rifugio Sebastiani assieme a tre amici vicentini con i quali, all'alba del giorno dopo è partito per l'escursione che gli è costata la vita. La vittima, Davide Pizzolato di Dueville, era il vicepresidente della sezione Cai di Vicenza che ha lanciato un messaggio di cordoglio su Facebook: «Oggi a causa di un incidente avvenuto sul Terminillo ci ha lasciato un Grande Uomo. Mite, gentile, colto, dotato di un intelligenza superiore, riflessivo, uno su cui puoi sempre fare affidamento: un Fratello per tutti. Davide Pizzolato vola alto nel cielo e veglia su di noi»

LA TRAGEDIA

Tragedia venerdì mattina sul Terminillo, la "montagna di Roma" nel Reatino, a 100 chilometri dalla capitale. Un escursionista vicentino di 47 anni, residente a Dueville, per cause in corso di accertamento, è scivolato in un canalone mentre era in cordata sulla parete est con altri tre amici.

L'incidente è accaduto verso le 10 e immediatamente sono scattati i soccorsi che hanno raggiunto l'escursionista. Le sue condizioni sono apparse subito gravi e purtroppo per lui non c'è stato niente da fare. 

Il corpo del 47enne è stata recuperata attorno alle 11:45 con l'elicottero e il medico di bordo non ha potuto fare altro che constatare il decesso. 

Alle attività hanno partecipato gli operatori del Soccorso Alpino della stazione di Rieti, l'eliambulanza del 118 della Regione Lazio con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino, gli uomini della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco. A supporto delle operazioni anche i militari dell'Arma dei Carabinieri.

IL VIDEO DEI SOCCORSI

Si tratta del quarto incidente mortale in poche ore sull'Appennino centrale, tra Gran Sasso e Terminillo. Proprio nel canalone centrale della vetta reatina il Soccorso Alpino era intervenuto durante la Vigilia di Natale per soccorrere due escursionisti feriti dopo una caduta a causa del ghiaccio.

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico lancia un appello a tutti i frequentatori della montagna a valutare attentamente le condizioni del terreno prima di intraprendere un'escursione. In questi giorni infatti il manto nevoso risulta particolarmente instabile e con diversi tratti ghiacciati, spesso anche poco visibili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in montagna, muore escursionista 47enne

VicenzaToday è in caricamento