rotate-mobile
Cronaca Schio

Schio, sequestrato appartamento a luci rosse

Dopo diverse segnalazioni, gli agenti della polizia locale hanno compiuto un blitz in un appartamento in via Venezia. Identificate due donne domenicane, regolari in Italia e denunciato il titolare del contratto di affitto dell'appartamento. Un "giro" da oltre mille euro al giorno

Blitz della polizia locale in un appartamento in via Venezia, a Schio, in seguito alla segnalazione di un cittadino sul sospetto via-vai di uomini. A finire nei guai è stato un 69enne di Treviso, G,N., titolare del contratto di affitto, denunciato per "favoreggiamento della prostituzione". All'interno dei locali, infatti, due domenicane di 27 e 36 anni, esercitavano la professione più antica del mondo, con un certo successo economico.

Le indagini erano partite a metà febbraio e alcuni clienti, tra cui un 35enne di Thiene, un 50enne di Cogollo e un maladense, erano stati interrogati ed avevamo confermato di aver pagato tra i 150 e i 50 euro per delle prestazioni sessuali.

Giovedì è scattata l'operazione, in abiti borghesi, con l'intento di procedere ad una perquisizione in flagranza. Gli agenti si sono apprpstati nei pressi della porta d'ingresso e, all'uscita del cliente, sono entrati, trovando una ragazza in abbigliamento intimo. Nell'appartamento tutte le tracce della prestazione sessuale appena consumata ed un cestino contenente 280 euro, relativa ai proventi dell'attività.  Il cliente, di Malo, ha ammesso di avere ricevuto, previo appuntamento telefonico, "un servizio" da 50 euro.

La ragazza è stata identificata in una 27enne di origine dominicana, da 10 anni in Italia ed attualmente residente a Pordenone, regolarmente provvista di permesso di soggiorno.  Dopo pochi minuti faceva rientro un'altra donna, identificata in una 36enne connazionale della prima, da 4 anni in Italia ed attualmente residente ad Aosta, regolamento provvista di permesso di soggiorno.


In considerazione della flagranza del reato di favoreggiamento della prostituzione, l'appartamento veniva perquisito - rinvenendo e sequestrando oltre 100 profilattici, due confezione di crema per massaggi, 1 dildo e tre telefoni cellulari utilizzati per i contatti con i clienti - e sottoposto a sequestro preventivo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schio, sequestrato appartamento a luci rosse

VicenzaToday è in caricamento