Le microcasse blue tooth fanno troppo rumore: multato un 19enne

Lunedì è stata applicata per la prima volta l'ordinanza che prevede una sanzione per l'utilizzo in piazza dei diffusori acustici collegati agli smart phone. Il ragazzo: "Non lo sapevo"

Le casse attaccate al cellulare fanno troppo rumore e disturbano il vicinato. Il Comune di Schio, dopo il giro di vite sulle problematiche legate alla sicurezza di piazza Falcone e Borsellino sono passati dall'ordinanza emessa lo scorso giovedì ai fatti. Alle 19:25 di lunedì è stata infatti applicata per la prima volta la disposizione che prevede una sanzione per chi non rispetta il divieto "di utilizzo di diffusori acustici al di fuori dei casi espressamente autorizzati dal Comune", valido per 24 ore al giorno fino al 31 ottobre. Un provvedimento allargato anche al divieto  Richiesta servizio di detenzione utilizzo di bottiglie, bicchieri o altri contenitori in vetro al di fuori delle aree e delle attività autorizzate. 

A farne le spese un 19enne residente a Santorso di origini magrebine, poichè "diffondeva musica ad alto volume mediante cassa acustica blue tooth collegata ad uno smartphone, senza autorizzazione del Comune". Il giovane, che si è giustificato dicendo di  "non essere a conoscenza dell'ordinanza" è stato sanzionato con un verbale da 50,00 euro.

La problematica della musica ad alto volume è venuta alla ribalta a seguito della notevole diffusione delle micro casse acustiche collegate agli smart phone. In particolare, a Schio, la sera del 12 maggio, in piazza Falcone Borsellino,  c'è stato un intervento della Polizia Locale e dei Carabinieri, per il rumore provocato dall'uso dei dispositivi che hanno suscitato le proteste dei residenti.

L'ordinanza, come spiega il Comune di Schio, ha anche lo scopo di fungere da deterrente dopo i fatti di rissa, aggressioni, lesioni personali e danneggiamenti avvenuti nella zona centrale della città tra aprile del 2017 e gennaio 2018 a cui si sono aggiunti recentemente altri due episodi che hanno compromesso la vivibilità del luogo e l'incolumità delle persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento