Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Schio, lettera del sindaco al Prefetto: "Carta di identità ai profughi non garantisce sicurezza"

Dopo l’operazione anti-spaccio dei carabinieri in Valletta è emerso che tra le persone identificate, tutte richiedenti asilo, una era in possesso di regolare carta d’identità emessa proprio dal Comune di Schio. La reazione del primo cittadino

Il Sindaco di Schio ha inviato, martedì, una comunicazione ufficiale al Prefetto e al Questore di Vicenza, dove, a seguito degli ultimi accadimenti avvenuti a Schio, dopo un’operazione compiuta dall’Arma dei carabinieri e dalla polizia locale volta al controllo di spaccio di sostanze stupefacenti in Valletta di Schio, è emerso che tra le persone identificate, tutte richiedenti asilo, una era in possesso di regolare carta d’identità emessa proprio dal Comune di Schio.?

A gennaio 2016, assieme al Sindaco di Montecchio Maggiore, fu inviata lettera all’allora Prefetto con le preoccupazioni derivanti dalla circolare dell'8 ottobre 2015, dove si richiedeva “l’iscrizione anagrafica dei richiedenti “ in cui “la permanenza superiore a 3 mesi in un centro di accoglienza legittima l’iscrizione anagrafica nelle forme della convivenza anagrafica”, costringendo i comuni al conseguente rilascio della Carta d’Identità.

La preoccupazione espressa dal Sindaco di Schio e dal Sindaco di Montecchio Maggiore non fu presa in considerazione. ?“Ad oggi quello che dicevo un anno fa – dichiara il Sindaco Valter Orsi - purtroppo si sta verificando, quindi chiedo al nuovo Prefetto e al nuovo Questore che intervengano su questa situazione che sta sfuggendo di mano, perché ad oggi noi siamo chiamati ad incentivare la sicurezza a tutela dei nostri cittadini, blindando mercati, manifestazione e quant’altro, ma dalle direttive che arrivano ai comuni si evince che il peggior antagonista per garantire la sicurezza ad oggi sono le norme governative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schio, lettera del sindaco al Prefetto: "Carta di identità ai profughi non garantisce sicurezza"

VicenzaToday è in caricamento