rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Schio

Trovata in coma e col volto tumefatto: giallo sulla morte di una 42enne

La procura ha aperto un fascicolo sul decesso di Kader Casarotto. La donna è morta al reparto rianimazione dell'ospedale di Santorso. Secondo le prime indagini le ecchimosi sembrerebbero essere state provocate da qualcuno

Una morte misteriosa sulla quale la procura di Vicenza ha aperto  un fascicolo con le indagini affidate ai carabinieri di Schio. Kader Casarotto, 42 anni, è stata ritrovata, da un'amica della quale era ospite, a letto in stato di incoscienza . La donna, subito soccorsa dai medici del 118, presentava dei lividi al volto che, secondo i carabinieri intervenuti sul posto, corrisponderebbero a delle lesioni provocate da qualcuno. Domenica 20 gennaio, dopo due giorni di coma all'ospedale di Santorso la 42enne è morta all'ospedale di Santorso dove era ricoverata. 

La procura ha disposto l'autopsia ma non ha ancora iscritto nessuno sul registro degli indagati anche se i carabinieri, che stanno conducendo le indagini su decesso, stanno sentendo conoscenti e famigliari della donna per ricostruire la vicenda. La 42enne, madre di sue figli, abitava nel quartiere del Sacro Cuore a Schio, in via Damaggio e si era fermata dall'amica per passare la notte con l'intenzione di tornare a casa la mattina seguente. La causa della morte, secondo gli inquirenti e i medici, potrebbe essere dovuta a un'overdose ma rimane il mistero delle ecchimosi sul volto. Solo i risultati dell'esame autoptico potranno stabilire se quelle presunte botte possono aver causato il decesso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata in coma e col volto tumefatto: giallo sulla morte di una 42enne

VicenzaToday è in caricamento