rotate-mobile
Cronaca Schio

Schio, i cacciatori divento vigili, accordo tra Comune e doppiette

Dal mese prossimo a Schio i controlli su ambiente, insediamenti di nomadi e traffico non saranno più un lavoro esclusivo della polizia locale. Arruolate a costo zero le doppiette

Da luglio le guardie venatorie di Federcaccia affiancheranno la polizia locale di Schio in alcune mansioni. Come riportato da il Giornale di Vicenza il Comune ha raggiunto un accordo con le doppiette scledensi, che avranno un ruolo soprattutto di prevenzione dei reati, ma che potranno anche elevare sanzioni. 

Una trentina di volontari di Federcaccia, coordinati dal consorzio di polizia locale Alto Vicentino, controlleranno il rispetto dei sentieri dei boschi, il divieto di campeggio per i nomadi, l'abbandono dei rifiuti. I cacciatori potranno anche essere impiegati davanti alle scuole con le funzioni tipiche dei nonni vigili. Per loro niente fucile in spalla durante il servizio, ma semplici cartellini identificativi. 

L'idea era già stata portata avanti dal sindaco Walter Orsi durante la campagna elettorale, ma è diventa concreta solo negli ultimi giorni, con la sigla dell'accordo. Per il Comune non ci saranno aumenti di spese, le associazioni, infatti, riceveranno solo un rimborso di massimo  5 mila euro per i costi sostenuti. Tutti coloro che parteciperanno al nuovo servizio hanno ricevuto negli scorsi mesi una sorta di addestramento, portando a termine il corso di ausiliari del traffico e di ispettore ambientale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schio, i cacciatori divento vigili, accordo tra Comune e doppiette

VicenzaToday è in caricamento