Ladra lei, spacciatore lui evadono dalla comunità: in carcere

I due, E.N., 31 anni, e W.E., 21, stavano scontando le rispettive pene ai domiciliari ma, dopo la fuga, i magistrati hanno deciso per la custodia nelle progioni di Montorio e di Vicenza

I carabinieri della Stazione di Schio hanno sottoposto agli arresti in carcere due persone in cura presso una casa terapeutica, dopo che avevano violato le prescrizioni imposte. 

E.N, 31 anni, e W.E., 21, si trovavano entrambi presso la struttura per essere seguiti nella riabilitazione durante il loro periodo detentivo; la prima sta scontando una pena cumulativa a seguito di condanna per diversi reati contro il patrimonio, mentre sul giovane pende una misura cautelare a seguito della commissioni di reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Entrambi hanno violato le misure alle quali erano sottoposti, allontanandosi senza la dovuta autorizzazione dalla struttura e rendendosi irreperibili per alcuni periodi di tempo.

I militari, raccolte le testimonianze sul loro comportamento e svolti i necessari approfondimenti, hanno chiesto alle Procure che avevano emesso i provvedimenti un aggravamento degli stessi in quanto i due non risultavano meritevoli di rimanere ai domiciliari. A seguito di uno giudizio concorde da parte dei magistrati competenti, i due sono stati accompagnati rispettivamente presso il carcere femminile di Verona ed il carcere di Vicenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

Torna su
VicenzaToday è in caricamento