rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Schio

Schio e San Vito di Leguzzano, allontanate tre famiglie nomadi con il decreto Minniti

Gli agenti della polizia locale Alto Vicentino hanno applicato la nuova norma in materia di sicurezza urbana nei confronti di tre capofamiglia che sono stati multati e allontanati

Grazie al decreto Minniti la polizia locale ha multato e allontanato tre capofamiglia nomadi che occupavano abusivamente spazi pubblici tra Schio e San Vito di Leguzzano. E' accaduto sabato mattina, dopo le segnalazioni di alcuni cittadini allarmati. 

"Il Regolamento di Polizia Urbana vigente nei comuni di Schio e San Vito di Leguzzano prevede il divieto di "campeggio libero" in aree pubbliche e private, senza l'autorizzazione dell'Amministrazione Comunale. Entrato in vigore da circa 2 anni, il Regolamento ha portato ad ottimi risultati e, ormai, l'Alto Vicentino è stato escluso dalle periodiche migrazioni dei nomadi residenti in altre provincie - spiega il comandante Giovanni Scarpellini - Solo alcuni nuclei familiari residenti in altri comuni della provinciaa sono soliti stazionarvi periodicamente, creando un crescente allarme sociale ed un senso di sfiducia nelle istituzioni, in primis delle forze di Polizia, visto il comportamento defadigante ed irrispettoso degli ordini legalmente ricevuti".

"Qualora si verifichino ulteriori violazioni dell'ordine impartito, non solo la sanzione verrà raddoppiata, ma l'infrazione verrà comunicata al questore che potrà disporre il divieto di accesso ai territori dei Comuni di Schio e San Vito di Leguzzano per un periodo di sei mesi, applicando il cosidetto "daspo urbano"" conclude il comandante. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schio e San Vito di Leguzzano, allontanate tre famiglie nomadi con il decreto Minniti

VicenzaToday è in caricamento