Schianto in A13: il ricordo della consigliera Guarda, ipotesi palasport per i funerali

Sono passati pochi giorni dal drammatico incidente che è costato la vita ad Anna Pierpan, Daniele Minati e alla piccola Diletta. Ancora non c'è una data per l'ultimo saluto alla giovane famiglia e si sta pensando a quale contesto possa essere più adatto

L'incidente e le vittime (foto Facebook)

"La musica, i diritti umani, le due ruote, gli animali e le risate. Quante risate.", inizia così il lungo post su Facebook che la consigliera regionale vicentina Cristina Guarda ha dedicato ad Anna Pieropan, Daniele Minati e alla piccola DIletta, le tre vittime del terribile incidente avvenuto nei giorni scorsi sull'autostrada A13, mentre la famiglia stava rientrando dal Lucca Comics.

"Pensando a Daniele, Anna e alla piccola Diletta, non posso che immaginarli immersi in questi aspetti così particolari e avvincenti delle loro vite - continua la consigliera regionale - Ma erano molto di più loro Tre, assieme: erano un'avvincente storia d'Amore, così grande da contagiare chiunque li incontrasse, così semplice e vera da indurre ad un tifo travolgente per la loro Famiglia ed i loro Sogni. Ieri mattina il mondo si è fermato per molti, alla notizia del tremendo incidente e della loro partenza per il Cielo. Subito il pensiero è andato ai genitori di Daniele e Anna, persone di grande cuore e spirito di servizio al prossimo, ai loro Fratelli e Nipotini, che chissà con quanta gioia avevano accolto l'arrivo di Diletta".

E ancora "Ho pensato ai loro Amici più stretti, quella Famiglia Allargata che con loro ha condiviso ogni avventura, sogno e vittoria. Tutti loro hanno sostenuto Daniele ed Anna aiutandoli a costruire, mattone dopo mattone, la loro casa sulla roccia, quella capace di resistere a intemperie e sfide, per testimoniare quanto l'Amore possa davvero Tutto, specialmente il loro, sorridente e determinato, che ha accolto con estrema dolcezza e orgoglio l'arrivo di Diletta. A presto Anna, a presto Daniele e piccola Diletta. Siete e sarete sempre tanto amati, perché tanto, tanto avete amato".

Un dolore troppo grande. Tre comunità, quella di Isola Vicentina, dove vivevano, quella di Schio, paese d'origine di Anna e di Sovizzo, comune natale di Daniele, in questi giorni si sono strette attorno alla sofferenza della due famiglie. Ancora non è stata resa nota la data dei funerali per i quali si sta vagliando anche l'ipotesi di celebrarli in una struttura che possa contenere un gran numero di personel come potrebbe essere il palasport di Schio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la veglia di preghiera celebrata ad Isola Vicentina, domenica sera, le famiglie stanno quindi valutanto quale sia il luogo più adatto per dare l'ultimo saluto ai loro cari. Le famiglie hanno dato il loro benestare per la proclamazione del lutto cittadino mentre con ogni probabilità Daniele, Anna e la piccola Diletta riposeranno poi nel cimitero di Isola Vicentina, comune nel quale avevano scelto di vivere dopo il matrimonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Al laghetto di Marola la nuova spiaggia di Vicenza

  • Paura in città: inseguimento e colpi di arma da fuoco

  • Stop del Tosano, il punto vendita non si farà: dietrofront dopo l'emergenza Covid

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

  • Frontale tra due moto: gravi i conducenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento