rotate-mobile
Cronaca Santorso

Santorso, razzia nel cimitero: profanata tomba del generale anti banditi

Ennesimo furto di rame nei cimiteri vicentini. Ad essere presa di mira anche la tomba di Ugo Luca, generale dei carabinieri a capo del Comando forze repressione banditismo in Sicilia.

Razzia di rame nel cimitero di Santorso ed i ladri non hanno risparmiato nemmeno la tomba del generale dei carabinieri Ugo Luca, morto nel 1967, e noto per essere stato al comando a capo del Comando forze repressione banditismo in Sicilia. Spaccato il lucchetto che chiudeva la cancellata, i malviventi hanno portato via un grande vaso, dopo aver gettato a terra i fiori contenuti. 

Luca, nato a Feltre nel 1892, dopo aver avuto ruoli di rilievo nello spionaggio e aver fatto parte del Fronte Militare Calndestino dopo l'8 settembre '43,  il 12 agosto 1949 fu inviato in Sicilia per la lotta contro il banditismo, all’Ispettorato generale di pubblica sicurezza in Sicilia. Scampò alla strage di Bellolampo il 19 agosto 1949. La caserma dei carabinieri fu sottoposta a un durissimo attacco dagli uomini di Giuliano. Al ritorno dal rastrellamento successivo, un camion saltò su una mina anticarro e sette carabinieri persero la vita. Lui rimase ferito.

Sette giorni dopo fu nominato comandante del neo istituito Comando forze repressione banditismo che prese il posto dell'ispettorato generale di PS. Aveva ai suoi ordini 27 ufficiali dei carabinieri (tra cui l'allora capitano Carlo Alberto Dalla Chiesa) e 16 della polizia, e 2000 uomini. Grazie a un informatore come il cugino Gaspare Pisciotta, a Castelvetrano il 3 luglio 1950 cadde in un aggiuato il bandito Salvatore Giuliano, e il 5 luglio il ministero comunicò ufficialmente la morte di Giuliano, e il colonnello Luca fu promosso generale. Quella fu la versione ufficiale imposta dal Comando generale dell'Arma, perché in realtà Giuliano era stato ucciso nel sonno da Pisciotta. Andò in pensione nel 1954 da generale di divisione, massimo grado allora raggiungibile da un ufficiale dei CC. Dal 1962 al 1967 fu sindaco di Feltre. Morì d'infarto nel 1967.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santorso, razzia nel cimitero: profanata tomba del generale anti banditi

VicenzaToday è in caricamento