menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Vito di Leguzzano, uccisa da un malore, Stefania Zanrosso lascia tre figli

La 47enne è morta davanti al marito e i tre figli, stroncata da un malore. La guardia medica le aveva prescritto solo un antidolorifico, inutile in seguito l'intervento del suem

Venerdì sera la 47enne di San Vito di Leguzzano Stefania Zanrosso è morta davanti al marito e i suoi tre figli di 10, 15 e 17 anni. La sua morte resta un mistero: difficile ancora spiegare quale male se la sia portata via. 

Venerdì pomeriggio la donna aveva lasciato il comune di Trissino dove lavorava da anni, senza avvertire alcun male. La sua serata era proseguita con i normali impegni del venerdì: una visita alla madre, le giuste attenzioni ai figli e poi la preparazione per la cena con il marito, l'ingegnere Roberto Antoniazzi. Alle 17.30 l'inizio del malessere che va via via peggiorando. Stefania allora chiama il marito che si precipita a casa e vista la situazione decide di rivolgersi alla guardia medica che arriva alle 20. La donna prova a spiegare la provenienza del dolore,  il medico le prescrive solo un forte antidolorifico e se ne va; i dolori, però, continuano. 

Come riportato da il Giornale di Vicenza, alle 21.30 il marito decide di chiamare un ambulanza. Dalla centrale operativa, però, fanno sapere che tutti i mezzi sono impegnati, prima dell'arrivo dei soccorsi trascorreranno 30 minuti. All'arrivo degli uomini del 118 la donna era già morta. 

Durante la ceriminonia per  settantesimo anniversario del primo consiglio comunale di Trissino è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Stefania. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ristrutturare

Ristrutturare risparmiando il 90%: come ottenere il bonus facciata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento