rotate-mobile
Cronaca San Pietro Mussolino

San Pietro Mussolino, il parco giochi chiude: ratti ed escrementi tra le giostrine

Il parco giochi era diventato un vespasiano, il sindaco di San Pietro Mussolino ne ha ordinato la chiusura. I sigilli sono scattati per fermare il degrado in cui l'area verde stava sprofondano

Il parco giochi di via Corsaro a San Pietro Mussolino da lunedì rimarrà chiuso a causa del degrado. All'interno dell'area di circa 500 metri quadrati ratti, sporcizia, escrementi umani.  Una situazione diventata insostenibile. 

Come raccontato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, a dire "Basta" è stato lo stesso sindaco, Gabriele Tasso, preoccupato anche per la situazione igienico-sanitaria dell'area. Il parco, sorto negli anni novanta, ha subito più volte lavori di manutenzione sia ordinaria che straordinaria, ma le sue condizioni sono andate deteriorandosi tanto da diventare insanabili. In molti tra gli utenti utilizzavano lo spazio aperto come un vespasiano e la presenza di escrementi attirava i topi. Negli anni non erano mancati nemmeno gli atti vandalici a cui le diverse amministrazioni avevano provato ad ovviare alzando le siepi di recinzione e adottando regolamenti severi per l'utilizzo del parco. I cartelli, scritti in diverse lingue, però non sono serviti a molto. 

Il parco ora rimarrà chiuso fino a data da decidersi. Secondo l'Amministrazione comunale, infatti, per recuperare l'area servirà un'opra di smantellamento ed igienizzazione e i tempi di realizzazione nn saranno brevi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Pietro Mussolino, il parco giochi chiude: ratti ed escrementi tra le giostrine

VicenzaToday è in caricamento